LSU sul piede di guerra, occupati licei e scuole elementari

LSU sul piede di guerra, occupati licei e scuole elementari

Azione concertata dei lavoratori socialmente utili. Dal “Galvani’’ e “De Carlo’’ di Giugliano, alla “Giovanni Falcone’’ di Melito istituti presi d’assalto. Anche


Azione concertata dei lavoratori socialmente utili. Dal “Galvani’’ e “De Carlo’’ di Giugliano, alla “Giovanni Falcone’’ di Melito istituti presi d’assalto. Anche Il IV Circolo Didattico di Varcaturo nell’occhio della protesta

 

HINTERLAND – Azione di protesta concordata. Questa mattina molti plessi scolastici del comprensorio hanno trovato le porte chiuse e i corridoi occupati. Diversi istituti  (oltre che della provincia di Napoli anche del capoluogo partenopeo) sono in agitazione a causa della protesta di gruppi di Lavori Socialmente Utili che hanno impedito l’accesso agli studenti occupando gli edifici.

protesta lsuA Giugliano, coinvolti nella protesta l’Itis Galvani ed il liceo De Carlo, oltre al IV Circolo di Varcaturo. Per quanto riguarda altri comuni del comprensorio, segnalati disagi al I Circolo Domenico Amanzio di Marano e il II Circolo Didattico Giovanni Falcone di Melito. A Mugnano invece occupate le scuole elementari statali Siani e Sequino. Il rappresentante sindacale CGL, Luigi Palumbo, riporta che gli LSU ora sono in assemblea permanente.

Le Forze dell’Ordine presidiano i vari istituti coinvolti per evitare che l’occupazione degeneri in violenza. Alla base della protesta dei Lavoratori Socialmente Utili c’è il dimezzamento delle ore lavorative e di conseguenza degli stipendi. Le ore infatti passerebbero da 36 settimanali a 18 (da 800 euro a 400). Stato di allerta generale in tutta la Provincia.

“Siamo precari da 18 anni – urlano gli LSU – oggi il più giovane ha 45 anni. Immaginate come sarà difficile oggi per noi trovare un posto di lavoro. In tutta la Campania siamo 5200 dipendenti. Rimarremo qui finché non avremo risposte dalla Regione e dal Ministero. I nostri rappresentanti stanno trattando nelle sedi istituzionali per questo”.