Marano, famiglia sfrattata da 4 mesi occupa il Comune: «Siamo disperati!»

Marano, famiglia sfrattata da 4 mesi occupa il Comune: «Siamo disperati!»

«Nessuno ha risposto ai nostri appelli, finiremo per vivere in auto»  MARANO – Un’intera famiglia ha occupato, nelle scorse ore, la sede


«Nessuno ha risposto ai nostri appelli, finiremo per vivere in auto» 

MARANO – Un’intera famiglia ha occupato, nelle scorse ore, la sede del Comune di Corso Umberto 16.

Padre di professione fabbro ed attualmente disoccupato, madre casalinga, figlio minorenne (la primogenita, una ragazza di 21 anni, ha deciso invece di rimanere in casa della nonna), intorno alle 19, con tanto di coperte, hanno raggiunto la casa comunale con l’intenzione di rimanervi per la notte.

Dallo scorso novembre, a causa del mancato pagamento dell’affitto non corrisposto per oltre un anno, il nucleo familiare è stato costretto a lasciare la propria abitazione di Via Barco, senza trovare nel frattempo altra sistemazione. Motivo per il quale ha deciso di intraprendere un’azione forte per denunciare la propria attuale condizione.

«Abbiamo chiesto aiuto più volte – ha spiegato la donna – non sappiamo più cosa fare. Tra un po’ saremo costretti a vivere in auto. In diverse occasioni abbiamo inoltrato le domande per ricevere il contributo dei fitti, dato che la nostra situazione sociale ed economica è particolarmente difficile. Al momento, però, non abbiamo ricevuto aiuto da nessuno sino a questo momento».

Sul posto sono accorsi i carabinieri della locale tenenza, vigili urbani e l’assistente sociale del Comune Angela Chianese. Dopo circa un’ora la famiglia si è convinta a lasciare il Municipio, in seguito alle rassicurazioni dei servizi sociali.