Marano, speculazione edilizia: arrestati 3 affiliati del clan Polverino

Marano, speculazione edilizia: arrestati 3 affiliati del clan Polverino

A tre tecnici comunali è stato notificato il divieto di dimora e la sospensione dell’esercizio in pubblico ufficio MARANO – I Carabinieri


A tre tecnici comunali è stato notificato il divieto di dimora e la sospensione dell’esercizio in pubblico ufficio

MARANO – I Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno arrestato 4 persone, tre delle quali ritenute affiliate al clan Polverino, in un’inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, su presunte speculazioni edilizie per 30 milioni di euro sul territorio della città di Marano.

Durante l’operazione, a 3 tecnici comunali e ad altre 2 persone, sono state notificate il divieto di dimora e la sospensione dell’esercizio in un pubblico ufficio. I reati contestati a tutti gli indagati vanno, a vario titolo, dall’esecuzione di opere edilizie senza autorizzazioni all’abuso d’ufficio alla falsità materiale ed ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici aggravati da finalità mafiose.

Dalle indagini, secondo l’accusa, sarebbe emerso come un imprenditore avesse fatto da prestanome al clan per dare vita ad un complesso residenziale Marano, rilasciando false attestazioni con la complicità dei tre tecnici comunali i quali avrebbero omesso di segnalare alcuni impedimenti che avrebbero bloccato l’approvazione dei progetti.