Melito, commozione ai funerali del consigliere Stefano Capriello

Melito, commozione ai funerali del consigliere Stefano Capriello

Il sindaco Carpentieri: «un avversario politico leale, che sapeva confrontarsi». Il centro-destra:«impossibile non associare la politica alla sua figura»  MELITO – Tantissima gente e


Il sindaco Carpentieri: «un avversario politico leale, che sapeva confrontarsi». Il centro-destra:«impossibile non associare la politica alla sua figura»

 MELITO – Tantissima gente e tanta commozione, dapprima alla camera ardente allestita all’interno dell’aula consiliare e poi ai funerali celebratisi nella chiesa Santa Maria Delle Grazie di Piazza Santo Stefano, per dare l’ultimo saluto a Stefano Capriello, consigliere del Pdl scomparso all’1.00 di sabato all’ospedale San Giuliano di Giugliano dove era ricoverato da due settimane a seguito di un’operazione all’intestino.

Soprannominato dai più “cassaforte”, in quanto proveniva da una famiglia di fabbri specializzati in costruzioni di casseforti di banche, Capriello, di estrazione socialista e poi militante di Forza Italia prima e Pdl poi, era una storica figura della politica melitese, risultando, per diversi anni. uno dei consiglieri comunali più votati nella città di Melito.

Le condizioni dell’esponente Pdl, dopo un momentaneo miglioramento nei giorni scorsi, si erano aggravate nelle ultime ore, quando una seconda operazione si era resa necessaria per tamponare la perforazione dello stomaco che aveva indotto i medici ad optare per il coma farmacologico.

capriello
la camera ardente in municipio

«Sono un politico pragmatico, che fa ama stare tra la gente e risolvere i loro problemi» diceva di se stesso Capriello. «E’ stato un avversario politico leale. Pronto a confrontarsi ma anche pronto a riconoscere i meriti altrui quando era necessario. Siamo stati eletti per la prima volta in consiglio comunale insieme (era il 1999 ndr.) una figura politica storica per Melito». Queste le parole, durante l’omelia, del primo cittadino Venanzio Carpentieri.

Visibilmente commossi gli amici e i colleghi politici del centro-destra melitese che hanno condiviso un lungo percorso con Capriello. «Impossibile non associare la politica a Melito alla sua figura. Aveva un cuore grande  oltre ad essere un gran combattente. Siamo davvero sconvolti per la sua perdita» dichiarano all’unisono diversi esponenti dell’attuale minoranza.