Melito, la giunta vara i nuovi indirizzi urbanistici

Melito, la giunta vara i nuovi indirizzi urbanistici

I provvedimenti, saranno discussi oggi dal consiglio comunale.  MELITO – L’amministrazione intende dare alla città di Melito un nuovo indirizzo urbanistico redigendo


I provvedimenti, saranno discussi oggi dal consiglio comunale.

 MELITO – L’amministrazione intende dare alla città di Melito un nuovo indirizzo urbanistico redigendo il nuovo Puc.

In proposito, la giunta, su richiesta del Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica, l’architetto Emma Buondonno e dell’Assessore alle Attività Produttive Stefano Curcio, ha approvato una Delibera di indirizzo relativo al Puc, allo sviluppo locale e alla riorganizzazione amministrativa che sostituisce, revocandola, la vecchia delibera 90/07 superata dalle nuove normative nazionali e regionali in materia urbanistica e sviluppo del territorio.

 La Buondonno,insiste sulla necessità di «far decollare il nuovo Centro Direzionale dell’Area Nord di Napoli, vera sfida da vincere in vista dell’istituzione della nuova città metropolitana».

Per l’architetto, sono diversi gli strumenti su cui puntare per dare vita ad un rinnovato indirizzo urbanistico sia della città di Melito che dell’intera area nord, tenendo presente il grosso incremento demografico degli ultimi decenni.

«Anzitutto accessibilità e connessione ai sistemi nazionali ed internazionali delle comunicazioni ferro-gomma-aria. Asse Mediano e Circumvallazione Esterna devono concludersi come Ring e agganciarsi direttamente al grande scambiatore ferro-gomma della nuova stazione del Metrò Giugliano-Melito-Mugnano, considerando, inoltre, il terminale dell’Asse Mediano a Capodichino Aeroporto».

Inoltre, prosegue è necessaria «la costruzione del sistema integrato del sapere e della conoscenza finalizzato ad elevare culturalmente le nuove generazioni alla dimensione europea ed internazionale. La città creativa ed innovativa nasce dal progetto integrato “scuole in open space” flessibili e in continuo mutamento dello spazio e dei contenuti didattici».

La delibera sul Puc approvata, andrà ora al vaglio del consiglio comunale previsto per oggi nel quale si discuterà anche del nuovo regolamento di occupazione di suolo pubblico che tante polemiche aveva creato per il rinvio del civico consesso inizialmente previsto per il 29 gennaio.

Proprio nell’assise di questa sera, visti i giorni turbolenti vissuti dalla maggioranza dopo il documento sottoscritto da tre forze politiche su sei (Pd, Melito Adesso e Cristiano Popolari), non sono esclusi colpi di scena.