MOG, si volta pagina. Da domani parte la vigilanza notturna

MOG, si volta pagina. Da domani parte la vigilanza notturna

Periodo di prova di due mesi per frenare l’ondata di furti. Ma il presidente della Comer afferma: «Restano tanti interrogativi» GIUGLIANO – «Dopo


Periodo di prova di due mesi per frenare l’ondata di furti. Ma il presidente della Comer afferma: «Restano tanti interrogativi»

GIUGLIANO – «Dopo l’incontro con i commissari, restano tanti interrogativi. Sembra che non abbiano appieno compreso la questione del mercato.

Noi vogliamo risposte certe ed immediate, anche perché sono stati fatti tanti investimenti e tante persone che lavorano lì, si trovano già in difficoltà a causa dei roghi tossici della terra dei fuochi. Non possiamo più aspettare».

Si mostra perplesso Carmine Rea, presidente della Comer, il consorzio dei commissionari del mercato ortofrutticolo, a seguito dell’incontro avvenuto con gli commissari prefettizi del Comune di Giugliano.

«Da stanotte e per due mesi – prosegue Rea – ci hanno garantito che ci saranno i vigilantes per sorvegliare la struttura che nel frattempo sarà coinvolta da lavori riguardanti l’agibilità.

Certo, non so cosa vigileranno nello specifico visto che attualmente il mercato non ha corrente elettrica dopo gli ultimi furti. Stando così le cose come si fa a pagare il canone del 2014? E soprattutto, cosa succederà fra due mesi? Avremo di nuovo tombini aperti, un muretto scassinato o cavi di rame rubati?

Per 25 anni la politica si è dimostrata incapace di affrontare il problema e siamo stati noi molto spesso a fare degli interventi di manutenzione straordinaria, autotassandoci, nonostante la struttura sia di proprietà comunale».

Ma il presidente della Comer non è disposto ad aspettare a lungo l’evolversi della situazione.

«Se fra una settimana non vedremo miglioramenti, ci riuniremo in assemblea e ci consulteremo con dei legali. Il mercato ortofrutticolo di Giugliano non può rimanere nelle attuali condizioni; il problema va risoluto subito».