Parla Antonio Sollazzo, l’uomo che ha portato il caos alla prima di Sanremo

Parla Antonio Sollazzo, l’uomo che ha portato il caos alla prima di Sanremo

A cura di Marco Aragno e Raffaele Silvestri   Il dipendente del consorzio si difende dalle accuse: “Solo fango contro di me.


A cura di Marco Aragno e Raffaele Silvestri

 

Il dipendente del consorzio si difende dalle accuse: “Solo fango contro di me. Ho pagato il biglietto 100 euro, ecco la foto”. Nel video mostra anche le scarpe della “discordia”: “Non sono neanche del mio numero!”. Poi l’appello alle istituzioni: “Aiutateci”

 

MELITO – Sta in piedi, dinnanzi al Comune, Antonio Sollazzo, l’uomo che in questi giorni è finito nell’occhio del ciclone dopo la sua irruzione in diretta durante la prima serata del Festival di Sanremo.

foglio di viaLa foto che lo immortala aggrappato alle impalcature delle luci di scena del teatro Ariston ha fatto il giro d’Italia. Nel giro di due giorni è passato da eroe nazionale a “finto operaio” autore di una messinscena.

Su facebook circolano persino delle foto che mostrano le sue presunte scarpe griffate. Ma lui giura che è tutto falso: “Sono solo un lavoratore che non percepisce lo stipendio da 16 mesi”.

La colpa di tanto fango, dice, è del tritacarne mediatico al servizio dei poteri forti. Ora dovrà vedersela con una denuncia e un foglio di via da consegnare al Sindaco Venanzio Carpentieri.

ecco la video-intervista esclusiva rilasciata da Sollazzo a Il Meridiano News: