Portano via una cassaforte dall’Asl di Minturno, due giuglianesi arrestati dai carabinieri sulla Domiziana

Portano via una cassaforte dall’Asl di Minturno, due giuglianesi arrestati dai carabinieri sulla Domiziana

Malviventi bloccati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Mondragone dopo un breve inseguimento. Indagini in corso per trovare il terzo


Malviventi bloccati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Mondragone dopo un breve inseguimento. Indagini in corso per trovare il terzo uomo datosi alla fuga

MONDRAGONE – Malviventi giuglianesi in trasferta sono stati fermati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Mondragone mentre viaggiavano su un’auto sulla strada statale Domitiana. All’alt dei militari, gli uomini hanno cercato di darsi alla fuga a bordo del mezzo, ma sono stati fermati dopo un breve inseguimento. Uno dei tre è riuscito comunque a far perdere le proprie tracce,   mentre un 34enne ed un 63enne, entrambi di Giugliano, sono stati identificati.

All’interno dell’auto i carabinieri hanno rinvenuto una piccola cassaforte ancora chiusa e priva di chiave. Dai primi accertamenti è emerso che la stessa era stata “sradicata” dal muro del Poliambulatorio ASL di Minturno, nel Lazio. Per potere accedere all’interno degli uffici, i ladri hanno divelto un’inferriata posta a protezione di una finestra e rotto il vetro della stessa, poi, una volta all’interno hanno forzato la porta dell’ufficio dove era situata la cassaforte.

Vano il tentativo di asportare un’altra cassaforte, di maggiori dimensioni, abbandonata nel cortile antistante il Poliambulatorio. I soldi contenuti nella cassaforte rubata, 300 euro, sono stati riconsegnati al responsabile del Poliambulatorio di Minturno. I due uomini fermati, che dovranno rispondere di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale, sono stati condotti presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere. Ancora in corso, invece, le indagini per identificare il terzo complice datosi alla fuga.