Qualiano, l’annuncio del sindaco De Luca: «Raccolta differenziata al 50%»

Qualiano, l’annuncio del sindaco De Luca: «Raccolta differenziata al 50%»

Adesso l’amministrazione si concentrerà sui terreni privati QUALIANO – Prosegue l’impegno del sindaco Ludovico De Luca, nonchè assessore all’Ambiente, a far si


Adesso l’amministrazione si concentrerà sui terreni privati

QUALIANO – Prosegue l’impegno del sindaco Ludovico De Luca, nonchè assessore all’Ambiente, a far si che la questione rifiuti non rappresenti più una piaga per il territorio di Qualiano. Dopo il via alla Raccolta Differenziata porta a porta, con tanto di calendario sul sito del Comune per il corretto deposito dei rifiuti, la situazione sembra essere migliorata. Infatti, si apprende dal primo cittadino che allo stato attuale la differenziata è giunta al 50 per cento, risultati positivi ed incoraggianti per il futuro. Dopo l’incontro con il Prefetto Cafana, della settimana scorsa, per richiedere controlli costanti sul territorio e sanzioni più dure contro i trasgressori, De Luca torna a parlare della questione rifiuti: «Stiamo conducendo una battaglia contro l’abbandono selvaggio dei rifiuti e teso all’educazione dei cittadini per il rispetto del calendario di deposito. All’immagine del decoro urbano concorrono anche le pertinenza private, in particolare chi è proprietario di giardini e terreni fronte strada, che spesso diventano un ricettacolo di rifiuti gettati da altri cittadini incivili».

L’attenzione dell’Amministrazione sembra infatti essere rivolta soprattutto ai terreni privati, ai cui proprietari viene chiesto di provvedere, il prima possibile, ripulendo e recintando i propri possedimenti. Viene inoltre chiarito nel comunicato che, nel caso in cui quest’ultimi non dovessero occuparsi in maniera autonoma al ripristino della situazione, sarà l’Ente pubblico a far eseguire i lavori. I siti interessati sarebbero per lo più di appezzamenti che affacciano su tratti stradali comunali: via Di Vittorio, via Croce, via Palumbo, via Dalla Chiesa, via Borsellino, via Toscanini, via Falcone, via Salicelle, via Fele, via Del Dogma e tante altre.

«L’abbandono indiscriminato dei rifiuti non può essere assolutamente tollerato anche considerando il fatto che il proliferare del fenomeno, oltre a mettere in grave pericolo la sicurezza della circolazione stradale, costituisce un grave problema igienico-sanitario, per i residenti e produce confusione nella gestione ordinaria del servizio di igiene urbana vanificando tutti gli sforzi che l’Amministrazione ed i residenti stanno facendo per far funzionare la Raccolta Differenziata giunta oggi al 50 per cento» conclude il sindaco, preoccupato dall’arrivo dell’estate e dell’impatto che le temperature calde possono avere sulla presenza dei rifiuti ed i possibili incendi che ne possono derivare.