Qualiano, vertenza acqua: il Comune batte la Regione

Qualiano, vertenza acqua: il Comune batte la Regione

Il giudice della Corte d’Appello dispone la sospensione e sconta un milione e mezzo di euro dal monte debito con Acqua Campania


Il giudice della Corte d’Appello dispone la sospensione e sconta un milione e mezzo di euro dal monte debito con Acqua Campania

QUALIANO – La lunga vertenza tra il Comune di Qualiano ed Acqua Campania, segna un importante punto a favore dell’Ente di Piazza del Popolo. Il Giudice della III^ Sez della Corte di Appello di Napoli, infatti, ha ritenuto fondanti le questioni di diritto sollevate dal Comune di Qualiano e lo scorso 20 febbraio ha disposto la sospensione parziale dell’efficacia esecutiva della sentenza del Tribunale di Napoli 4408/2013, per un importo di 1.500.000,00 di euro che verranno scalati dal quei famosi 6 milioni di euro che il Comune deve alla Regione per l’acqua erogata e che hanno attivato un pericoloso meccanismo di blocco dell’erogazione dei contributi regionali destinati al Comune.

Il sindaco Ludovico De Luca commenta così la disposizione del giudice: “Questi sono fatti. Fatti e risultati ottenuti in pochi mesi di lavoro. I pinocchi sono da un’altra parte, qua c’è gente che si è messa al lavoro sul serio dal primo giorno ed i risultati stanno arrivando al di là delle vuote accuse di chi cerca unicamente visibilità. Agli altri piacciono le fiabe, noi continuiamo a far parlare i fatti”.

L’Amministrazione De Luca ha voluto fortemente intraprendere un percorso di legalità finalizzato a sanare le pendenze dell’Ente ed a riportare il Comune nel solco della regolarità. La vertenza contro Acqua Campania fa parte proprio di questo nuovo percorso, che sta portando i suoi frutti, innanzitutto di risparmio per le casse dell’Ente, che potranno così rimettersi in carreggiata ed erogare servizi ed infrastrutture all’intera cittadina ed ai suoi residenti.