Ripara le chitarre per professione, ecco come Francesco Iovinella combatte la crisi

Ripara le chitarre per professione, ecco come Francesco Iovinella combatte la crisi

Inventiva e tanto coraggio. Il 26enne di Mugnano ha fatto dell’antichissima arte del liutaio una professione a tutti gli effetti. “Ho imparato


Inventiva e tanto coraggio. Il 26enne di Mugnano ha fatto dell’antichissima arte del liutaio una professione a tutti gli effetti. “Ho imparato da autodidatta”, racconta. E ora lavora in una bottega a Via Madonna delle Grazie

 

GIUGLIANO – Altro che crisi e disoccupazione giovanile. Francesco Iovinella è un 26enne di Mugnano dalle idee chiare. Nella vita non ha scelto di fare il tronista a Uomini&Donne, l’avvocato o il manager d’azienda. Ha scelto di fare il liutiere, arte nobile e antichissima. Cioè ha deciso di fare della costruzione e del restauro di strumenti a corda un vero e proprio lavoro. La sua passione ha origini profonde. Nato in una famiglia di artigiani ebanisti, sin dall’età di circa 18 anni, decide di cimentarsi nella riparazione di chitarre classiche per amici e conoscenti. Ma la sua sete di conoscenza, unita alla voglia di migliorarsi, lo spingono poi anche alla costruzione di tali strumenti musicali.

francescoiovinella2“Ho imparato l’arte della liuteria da autodidatta, grazie al consulto di numerosi libri, documenti e consigli di liutai vintagisti della zona”, racconta Francesco. Il suo percorso formativo è stato anche segnato dalla passione per la musica blues: “Ho studiato chitarra elettrica presso l’Accademia Musicale Lizard di Giugliano sotto la guida del Maestro Enrico Chicco Accetta, ed altre materie come: armonia musicale, teoria del suono, composizione e strumento complementare”, aggiunge il 26enne.

Oggi Francesco possiede un laboratorio di liuteria artigianale a Via Madonna delle Grazie (fra Giugliano e Mugnano), ci lavora diverse ore al giorno dedicandosi alla creazione ed al restauro di strumenti unici e pregiati. “Mi dedico principalmente alla costruzione di chitarre elettrice, riproduco i più blasonati modelli: Telecaster, Stratocaster, Les Paul, Paul Red Smith e altre. Ho anche un mio modello personale, la “Iovinella”, aggiunge l’artista con un pizzico di orgoglio.

Nato in una città che non sembra offrire molto attualmente dal punto di vista lavorativo, ha deciso di rispolverare le vecchie tradizioni e di fare di un “vecchio mestiere” il suo “nuovo lavoro”. Un semplice hobby è poi diventata la sua professione a tutti gli effetti, alla quale si dedica con costante impegno: “Sono molto attento alla resa acustica degli strumenti, ma non sottovaluto la loro cura estetica”, conclude. Insomma, un lavoro a 360° di cura ed attenzione ai particolari che affascina ed incuriosisce, e che pone il giovane professionista di diritto tra i personaggi motivo di vanto ed orgoglio per Giugliano.