Si conclude la protesta degli Lsu, sgomberati i 150 istituti occupati. Le lezioni riprenderanno domani

Si conclude la protesta degli Lsu, sgomberati i 150 istituti occupati. Le lezioni riprenderanno domani

Soddisfazione da parte dei sindacati: «In questo mese lavoreremo per risolvere definitivamente la questione» Sono state disoccupate, tra ieri notte e stamani,


Soddisfazione da parte dei sindacati: «In questo mese lavoreremo per risolvere definitivamente la questione»

Sono state disoccupate, tra ieri notte e stamani, quasi tutte le scuole della provincia a Nord di Napoli. La protesta degli Lsu, iniziata due giorni fa e che ha visto l’occupazione di oltre 150 scuole in tutta la provincia partenopea, contro la diminuzione dell’orario lavorativo si è conclusa ieri sera. Il Ministero dell’Istruzione, dopo due giorni di trattative con i sindacati, ha deciso infatti di prorogare i contratti per altri 30 giorni. La prima scuola ad essere sgomberata è stata la Amanzio di Marano, seguita a ruota da quelle di Melito, Mugnano, Calvizzano e Qualiano, liberate questa mattina.

lsu occupazione scuoleOggi gli Lsu si dedicheranno alla pulizia dei vari edifici scolastici e da domani mattina gli studenti potranno rientrare in classe. «Il segnale arrivato dal Ministero è sicuramente positivo – dichiara Luigi Cimmino, sindacalista della CGIL – In questo mese di proroga lavoreremo per risolvere definitivamente la questione degli Lsu». Esprime soddisfazione anche il rappresentante della Cisl, Luigi Brancaccio: «Quello compiuto oggi è un passo importante, dal nuovo governo ci aspettiamo che risolva definitivamente la questione». Adesso agli Lsu non resta che aspettare che l’emendamento passi al vaglio della Camera e del Senato.