Terra dei Fuochi, studio dell’Istituto Pascale sulla possibile correlazione tra inquinamento e mutazioni del Dna

Terra dei Fuochi, studio dell’Istituto Pascale sulla possibile correlazione tra inquinamento e mutazioni del Dna

Il progetto coinvolgerà 300 individui che hanno contratto il tumore ai polmoni e che sono stati operati al Pascale   TERRA DEI


Il progetto coinvolgerà 300 individui che hanno contratto il tumore ai polmoni e che sono stati operati al Pascale

 

TERRA DEI FUOCHI – Danni al sistema genetico per gli abitanti della “Terra dei Fuochi”? Uno studio avviato dall’Istituto dei tumori di Napoli Pascale verificherà l’esistenza di una possibile correlazione tra le mutazioni del Dna e l’esposizione all’inquinamento legato ai rifiuti tossici.

Il progetto, il primo in Europa di questo tipo, coinvolgerà 300 individui che hanno contratto il tumore ai polmoni e che sono stati operati al Pascale. Tra questi, 150 provengono dalle aree della “Terra dei Fuochi”. Sotto le lenti degli studiosi 300 biopsie polmonari custodite nella banca oncologica dell’Istituto tumori napoletano, con l’intento di scoprire se esiste un profilo diverso per chi si è ammalato di cancro al polmone tra le province di Napoli e Caserta.

I risultati dell’indagine scientifica dovrebbero essere disponibili entro settembre 2014. Non solo dunque l’aumento delle patologie tumorali al centro di studi, esami e convegni, ma anche gli eventuali irreparabili danni al patrimonio genetico per chi per per anni ha vissuto nei super inquinati territori campani.