Web e Artigianato, a Palazzo Palumbo il primo incontro de “Il salotto del caffé”

Web e Artigianato, a Palazzo Palumbo il primo incontro de “Il salotto del caffé”

Internet come strumento di rilancio del made in Italy. L’evento, ideato dall’imprenditore Luca Carbonelli, è stato ospitato dall’HUB di Giugliano   GIUGLIANO


Internet come strumento di rilancio del made in Italy. L’evento, ideato dall’imprenditore Luca Carbonelli, è stato ospitato dall’HUB di Giugliano

 

GIUGLIANO – Per un pomeriggio Palazzo Palumbo si è trasformato in un salotto. I divanetti, l’atmosfera cordiale, l’odore di caffé diffuso ovunque. Si parte dalla bevanda più amata dai napoletani per parlare di “artiginiato digitalizzato: il Made in Italy riparte dalle piccole e medie imprese”. Tema interessante, quello del web, scelto come oggetto del primo appuntamento del Format “Il salotto del Caffé. Ne parliamo tra amici col profumo di caffé nell’aria” ideato dalla Torrefazione Caffé Carbonelli di Melito e promosso dal CNA, la Conferazione Nazionale Artigianato. A moderarlo è stato il giornalista Antonio Savarese, esperto di nuove tecnologie. Fra gli ospiti anche Diego Ciulli, policy analyst di Google Italy.

lucacarbonelliUn viaggio di 6 tappe mensili, quello de “Il Salotto del Caffé”, che condurrà gli invitati attraverso la conoscenza dei nuovi modelli di impresa artigiana in tempi di crisi. “Il ciclo di incontri – ha dichiarato l’ideatore, Luca Carbonelli – è rivolto a tutti gli imprenditori che pensano di approcciarsi a internet come strumento di rilancio delle proprie aziende. La digitalizzazione può essere uno strardinario volano economico in tempi di crisi”. Lo sa bene proprio Carbonelli, imprenditore melitese trentenne, che la crisi l’ha sofferta sulla propria pelle. Ma da cui è riuscito ad uscire sfruttando l’e-commerce e le nuove piattaforme digitali di commercializzazione dei prodotti come ebay.

“Accedere alle nuove forme di comunicazione e commercializzazione è strategico e fondamentale per le nuove aziende – ha affermato sulla stessa lunghezza d’onda Stefania Milo, presidente nazionale giovani CNA – il web e le nuove tecnologie servono a internazionalizzare le piccole e medie imprese senza che siano costrette a fare investimenti esorbitanti”. Già, perché basta un sito internet per vendere in ogni angolo del pianeta.

Sul web come strumento di commercializzazione su scala globale è d’accordo anche Stefano Micelli, Docente di economia e gestione delle imprese all’Università Ca’ Foscari di Venezia, che ha poi aggiunto: “L’obiettivo di progetti come ‘Eccellenze in Digitale’ di google è quello di introdurre una nuova cultura gestionale per artigiani e imprenditori che vogliano affacciarsi alla rete per farne uno strumento di vendita e pubblicizzazione dei loro prodotti”.

Tommaso Di Nardo, direttore dell’HUB, che ha ospitato l’evento, si dice “contento di aver partecipato all’incontro ideato da Luca Carbonelli, giovane imprenditore che ha saputo fare della sua azienda un’eccellenza del territorio”. In merito al tema trattato ha sottolineato poi che “l’artigianato digitalizzato rappresenta la nuova frontiera dell’innovazione soprattutto in periodi di crisi. E che il futuro sia proprio nella rivoluzione dei makers e in tutte le altre forme di applicazione digitale all’artiginato”.  Creatività e innovazione, dunque. Ma restando sempre fedeli alla passione e alla tradizione di un buon caffé.