Ancora vandali a Qualiano, nella notte devastato il cimitero

Ancora vandali a Qualiano, nella notte devastato il cimitero

Secondo raid dopo quello alla villa comunale, l’assessore Cerqua: «c’è una regia unica, i fatti sono collegati» QUALIANO – Ancora un atto


Secondo raid dopo quello alla villa comunale, l’assessore Cerqua: «c’è una regia unica, i fatti sono collegati»

QUALIANO – Ancora un atto vandalico in città, dopo la villa comunale stavolta è stato il cimitero ad essere oggetto di devastazione. Rubati alcuni portafiori di rame, ma l’assessore al ramo Bonaventura Cerqua ritiene che l’obiettivo non fosse il semplice furto, e che ci sia un collegamento diretto al precedente atto vandalico.

L’assessore, attraverso una nota stampa diramata dal comune di Qualiano, afferma: «Chi si è introdotto ha compiuto un vero e proprio sfregio. Rompere i vasi passando fuori le cappelle non trova alcuna giustificazione, così come spaccare con violenza i marmi delle nicchie. Penso che non vi sia un termine per connotare le persone che compiono gesti di vilipendio di un luogo come il Camposanto, che accoglie i nostri defunti. Sono bestie! Lo dico sottovoce, ma sono convinto che vi sia un sottile filo ed una unica regia negli atti di vandalismo che stanno avvenendo ultimamente».

Un raid, quello di stanotte, che arriva in un giorno di grande afflusso. Il 19 marzo, festa del papà, sono in tanti a far visita ai propri defunti. E proprio i tanti familiari, in collaborazione con i dipendenti del cimitero, stamattina hanno provveduto a risistemare i luoghi di riposo dei propri cari.