Condividere libri e passioni, all’associazione Ibris è di scena il Book Sharing

Condividere libri e passioni, all’associazione Ibris è di scena il Book Sharing

Anna Russo: «proviamo a diffondere cultura, contenti della risposta del pubblico» GIUGLIANO – Ieri all’associazione Ibris, sita in Corso Campano, si è


Anna Russo: «proviamo a diffondere cultura, contenti della risposta del pubblico»

GIUGLIANO – Ieri all’associazione Ibris, sita in Corso Campano, si è svolto il primo incontro di Book Sharing. È stata adibita una stanza per l’evento: al centro tavolini bassi su cui i convenuti potevano poggiare la “merce di scambio”, agli angoli colonne di libri presi dalla libreria dell’associazione.

Una libreria vuota su una delle pareti, sulle cui mensole non c’erano libri ma candele accese. L’intenzione era di rendere subito palese ai partecipanti lo scopo dell’incontro: la condivisione dei propri libri, anche di quelli più cari e da cui è difficile staccarsi. Un testo che ci ha fatto viaggiare con la mente e ci ha formato, può suscitare le stesse forti emozioni in qualcun altro. Socializzazione e confronto tra gli amanti della lettura.

ibris1Conversazioni che hanno spaziato dal testo scelto per lo scambio, al primo libro letto in assoluto: piccoli racconti di vita vissuta in assoluta veridicità e apertura mentale. Dopo una breve introduzione sullo scopo dell’incontro, parte il via al “baratto”. E per quanto i gusti possano essere diversi, nessun lettore è parso indeciso o scontento nello scegliere il libro da portare a casa.

La presidentessa di Ibris, Anna Russo, così ha motivato lo scopo e la nascita dell’associazione: «Non possiamo sapere se tra qualche anno le scelte lavorative e di vita ci porteranno altrove, ma per il momento è qui che viviamo ed è giusto e doveroso fare qualcosa per il territorio». E qualcosa si sta muovendo per diffondere la cultura, promuovendo eventi significativi per permettere ai cittadini di vivere il proprio tempo libero in modo costruttivo.