D’Annunzio rinasce a Giugliano. Gran successo per il libro di Tobia Iodice alla Basile Centrale

D’Annunzio rinasce a Giugliano. Gran successo per il libro di Tobia Iodice alla Basile Centrale

A moderare la presentazione di “Tutte le sfumature della rosa” venerdì scorso il giornalista Antonio Mangione. Fra i relatori anche Teresa Vitale


A moderare la presentazione di “Tutte le sfumature della rosa” venerdì scorso il giornalista Antonio Mangione. Fra i relatori anche Teresa Vitale di Spazio Aspasia

 

GIUGLIANO – Si è riempita in fretta venerdì pomeriggio la saletta dell’auditorium della scuola media Basile a Corso Campano. L’occasione per studenti e genitori era la presentazione di un libro su Gabriele D’Annunzio scritto da una personalità giuglianese di spicco come il professore Tobia Iodice. “Tutte le sfumature della rosa”, edito da Cento Autori, è un epistolario amoroso fra il Vate e una delle sue amanti, Barbara Leoni, conosciuta a 24 anni durante un concerto di musica classica. Una storia appassionata durata cinque anni e consumata fra litigi e tradimenti.

“Barbara Leoni è stata forse l’unica donna che D’Annunzio abbia davvero amato – ha dichiarato Tobia Iodice – più della stessa Eleonora Duse. Ma dopo cinque anni di passione D’Annunzio si è dimostrato un vigliacco, come tutti gli uomini alla fine di una storia. Ha cominciato ad accampare scuse e menzogne, a fingere, fino a nascondere a Barbara il fatto che sua moglie aspettasse un figlio”.

basile“Barbara Leoni si è invece dimostrata una grande donna – ha dichiarato Teresa Vitale, presidente dell’associazione Spazio Aspasia, ospite dell’evento – fra le amanti di D’Annunzio è stata l’unica a lasciare il poeta con grande dignità e coraggio, a differenza delle altre donne che hanno arricchito la vicenda umana e letteraria dello scrittore”.

“Sulla ricchezza delle gamme emozionali e della passione raccontata nelle pagine del libro”, ha posto invece l’accento la professoressa Grazia Baliccu, che si è poi complimentata con Tobia Iodice per la sensibilità con cui ha affrontato la storia d’amore fra i due amanti.

La presentazione è poi proseguita con un dibattito aperto. L’autore ha interagito col pubblico e ha risposto alle domande dei due giornalisti presenti sul palco, Antonio Mangione e Marco Aragno. Grande spazio è stato dato all’attualità della figura di Gabriele D’Annunzio e ai nuovi modi di comunicare degli innamorati ai tempi di internet. “E’ cambiato di certo il medium – ha dichiarato Tobia Iodice – ma il bisogno di trasmettere emozioni e raccontarle è sempre lo stesso”.

Gli interventi degli ospiti sono stati intervallati dalle letture di Melania Cimmino, che ha interpretato alcuni passi del carteggio fra D’Annunzio e Barbara Leoni.