Era nascosto a Lago Patria, catturato Antonio Barone del clan Veneruso-Rea

Era nascosto a Lago Patria, catturato Antonio Barone del clan Veneruso-Rea

Il latitante, originario di Casalnuovo, era ospitato da una 20enne nel parco San Lorenzo; manette anche per lei GIUGLIANO – Arrestato questa


Il latitante, originario di Casalnuovo, era ospitato da una 20enne nel parco San Lorenzo; manette anche per lei

GIUGLIANO – Arrestato questa mattina a Lago Patria Antonio Barone, 42enne esponente del clan Veneruso-Rea latitante dallo scorso ottobre, quando sfuggì ad un ordine di cattura emesso dal Gip di Napoli, su richiesta della DDA, per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso.

Sulle tracce del latitante c’erano i carabinieri di Giugliano e quelli di Castello di Cisterna, che questa mattina lo hanno individuato ed arrestato in un’abitazione del parco San Lorenzo, a via Parchitiello. L’irruzione ha colto nel sonno Barone – detto l’elettrauto – che non ha opposto resistenza all’arresto. Con lui in manette anche Elena Spaccapietra, 20 anni, che lo ospitava.