Marano, continua la lotta all’illegalità: approvato il Piano anticorruzione

Marano, continua la lotta all’illegalità: approvato il Piano anticorruzione

Il piano contiene la mappatura degli uffici più a rischio. Sotto controllo anche i rapporti tra l’amministrazione e i soggetti che stipulano


Il piano contiene la mappatura degli uffici più a rischio. Sotto controllo anche i rapporti tra l’amministrazione e i soggetti che stipulano contratti con l’Ente

MARANO. Lotta all’illegalità, approvato il Piano anticorruzione. L’importante documento, approvato dalla giunta comunale qualche giorno fa, è stato stilato sulla base del Piano Nazionale Anticorruzione. L’obiettivo è quello di individuare quali siano gli uffici comunali più a rischio, così da mettere in campo tutte le azioni necessarie a prevenire la corruzione e l’illegalità.

Il Piano inoltre contiene specifiche norme di comportamento per i dipendenti dell’Ente, definendo le varie situazioni di conflitto di interessi e gli obblighi di trasparenza. « Con questo piano – dichiara il primo cittadino Angelo Liccardo – abbiamo posto un altro importante tassello per rendere il Comune di Marano illuminato dal valore della legalità, fondamentale per una buona azione amministrativa». Il Piano anticorruzione, appena approvato, sembra essere quanto mai urgente per il comune di Marano, soprattutto alla luce delle vicende penali che negli ultimi mesi hanno visto protagonisti proprio alcuni dipendenti comunali.

Il mese scorso a tre tecnici comunali, di cui due non più operanti al Comune, è stata notificata infatti la sospensione dell’esercizio di un ufficio pubblico, poiché indagati «per abuso d’ufficio e falsità materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici aggravati da finalità mafiose». La settimana scorsa, invece, un altro dipendente comunale è stato arrestato con l’accusa di tentata estorsione e usura.