Nuova discarica a Chiaiano? Sel e Rifondazione Comunista sul piede di guerra

Nuova discarica a Chiaiano? Sel e Rifondazione Comunista sul piede di guerra

Intanto è prevista per oggi pomeriggio una prima assemblea tra comitati, partiti e cittadini MARANO. L’ipotesi, ancora lontana per ora, che a


Intanto è prevista per oggi pomeriggio una prima assemblea tra comitati, partiti e cittadini

MARANO. L’ipotesi, ancora lontana per ora, che a Chiaiano arrivi una nuova discarica fa infuriare le forze della sinistra. Tra quelle pronte a scendere in campo c’è Rifondazione Comunista, che insieme ad altri partiti e comitati parteciperà alla manifestazione di oggi pomeriggio. «L’aver individuato quella cava, in un territorio già martoriato dall’inquinamento ambientale, non è né un caso né una necessità – dichiarano i militanti del circolo “G. Pajetta” – È una precisa scelta politica scellerata e miope che mira a risolvere il problema solo nella necessità immediata, ma che è assolutamente prova di prospettive future per la salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini».

Quello che più preoccupa poi è che l’eventuale discarica sarà destinata a contenere Compost atipico, ovvero lo stesso tipo di rifiuto che, secondo le ultime indagini, avrebbe inquinato la falda acquifera. Sulla stessa linea del Prc anche Sinistra ecologia e libertà. «Sembra che vogliano trasformare il nostro territorio in una pattumiera permanente – dichiara Stefania Fanelli, segretario di Sel – Invece di bonificare si insiste per condannare un’area di decine di migliaia di persone».