Ucciso da almeno 3 colpi di pistola, pregiudicato maranese ritrovato tra topi e rifiuti

Ucciso da almeno 3 colpi di pistola, pregiudicato maranese ritrovato tra topi e rifiuti

Il corpo di Andrea Castello era a Casandrino, sotto il cavalcavia dell’asse mediano CASANDRINO – Ancora una morta violenta, in provincia di


Il corpo di Andrea Castello era a Casandrino, sotto il cavalcavia dell’asse mediano

CASANDRINO – Ancora una morta violenta, in provincia di Napoli. A perdere la vita è un pregiudicato di Marano, il 31enne Andrea Castello. L’uomo è stato ritrovato a Casandrino, in via Lavinaio, poco lontano da dove il 3 marzo scorso fu ritrovato carbonizzato il corpo di un uomo in una Fiat Grande Punto (come da foto in evidenza).

Castello è stato ucciso – in quello che a tutti gli effetti appare come l’ennesimo agguato di camorra – da almeno 3 colpi di pistola. Il cadavere è stato avvistato da un uomo, che transitava nei pressi dell’asse mediano, sotto il cavalcavia tra rifiuti e topi di una discarica abusiva. Sull’omicidio indagano i carabinieri di Casoria e di Castello di Cisterna.