Villaricca, il sindaco Gaudieri è accerchiato: partiti a caccia di una poltrona in giunta

Villaricca, il sindaco Gaudieri è accerchiato: partiti a caccia di una poltrona in giunta

Pd, Vd, UeS e Udc cercano rappresentenza. Aleggia lo spettro di un finale di consiliatura anticipato VILLARICCA – Sono ormai 3 mesi


Pd, Vd, UeS e Udc cercano rappresentenza. Aleggia lo spettro di un finale di consiliatura anticipato

VILLARICCA – Sono ormai 3 mesi che vige l’instabilità politica. Dall’annuncio di fine anno del rimpasto di giunta, è scattata la bagarre tra i gruppi politici per avere un rappresentante. Diversi i partiti che aspirano a ricoprire i cinque posti nell’esecutivo: Partito Democratico, Villaricca Democratica, Uniti e Solidali e l’Udc. Proprio sulla forza democristiana è cominciata la frammentazione, quando il 14 dicembre in seduta consiliare i consiglieri di centrosinistra ottenero la rinuncia di Raffaele Cacciapuoti della delega ai Lavori Pubblici. Al sindaco Francesco Gaudieri il compito di trovare una sintesi. Due gli scenari possibili: assegnazione dei lavori pubblici in quota Udc con relativa sfiducia del centrosinistra; oppure incarico a questo ultimo gruppo con la possibile fuoriuscita del partito centrista.

Adesso la patata bollente è nelle mani del primo cittadino: «Sulla rimodulazione dell’assetto di giunta non disperiamo di trovare la quadra entro pochi giorni. Ci sono forze politiche che richiedono giustamente una rappresentanza all’interno dell’amministrazione. – ha ammesso Gaudieri – Bisogna coniugare la rappresentatività alla proporzionalità. Siamo partiti in undici consiglieri e finiremo in undici ma non possiamo aumentare gli assessori. Fatto questo potremo svolgere negli ultimi due anni nel migliore modo possibile».

L’opposizione critica aspramente l’assetto politico: «Un braccio di ferro, in cui il la contesa sembra essere tutta incentrata sulla delega ai Lavori Pubblici. Il Sindaco ci tiene a garantire che resti nelle mani dell’UdC ma la maggioranza vorrebbe un cambio. – afferma il consigliere del Pdl Francesco Guarino – Intanto il gruppo Uniti e Solidali ha chiesto la giusta visibilità. Ma pare che l’argomento non sia neppure all’ordine del giorno. Qualcuno del Pd sostiene che per i due può essere sufficiente una delega ai consiglieri, ma nessuna presenza in giunta».