Voto di scambio a Giugliano: 4 arresti. Pilotate le elezioni politiche del 2013

Voto di scambio a Giugliano: 4 arresti. Pilotate le elezioni politiche del 2013

Tre degli arrestati, in particolare, sono accusati di aver procacciato voti ad un candidato della lista Mir che poi non è stato


Tre degli arrestati, in particolare, sono accusati di aver procacciato voti ad un candidato della lista Mir che poi non è stato eletto

NAPOLI – Quattro persone arrestate per presunti voti di scambio. L’operazione è stata condotta dai Carabinieri a Napoli e Giugliano all’alba di questa mattina. I quattro sono accusati di aver procacciato voti a favore di un candidato non eletto nel collegio Campania I, Camera dei deputati, nelle elezioni politiche svoltesi il 24 e il 25 febbraio scorso. I carabinieri di Napoli e Poggioreale hanno notificato ai quattro ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Napoli.

Tre degli arrestati, in particolare, sono accusati di aver procacciato voti ad un candidato che poi non è stato eletto. Tra questi figurano il consigliere della IV municipalità di Napoli, Mario Maggio, e il consigliere comunale Gennaro Castiello, indagato da un anno, che avrebbe versato soldi per far votare alle recenti elezioni politiche la lista del Mir. Gli altri due sono Domenico De Santis e Ciro Manna. Al quarto indagato si contesta invece aver dato o promesso denaro a altre utilità ai primi tre. Con queste stesse modalità – sempre secondo l’accusa – i primi tre avrebbero tentato di condizionare gli elettori. L’indagine è scattata a seguito di una denuncia.