Amianto, vernici e pneumatici sversati a Giugliano, la denuncia dei volontari WWF

Amianto, vernici e pneumatici sversati a Giugliano, la denuncia dei volontari WWF

Le guardie ambientali trovano discariche a cielo aperto in località Schiavi, Annunziata e Scafarea GIUGLIANO – Continua l’attività di vigilanza ambientale volontaria


Le guardie ambientali trovano discariche a cielo aperto in località Schiavi, Annunziata e Scafarea

GIUGLIANO – Continua l’attività di vigilanza ambientale volontaria del WWF, infatti domenica 6 aprile 2014, nel corso della mattinata a partire dalle ore 7:00 il nucleo di guardie giurate volontarie del WWF Italia, formato da: Bruno Cajano, Alessandro Gatto e Mauro Puleio, hanno effettuato attività di vigilanza nelle seguenti zone del territorio del Comune di Giugliano in Campania (NA): località “Schiavi”, area posta alle spalle della zona ASI, località “Annunziata” (dall’omonima antica masseria del luogo), area posta alle spalle dell’impianto ex C.D.R. e località “Scafarea” in via Vicinale Scafarea, dove si trovano i depositi delle cosiddette “ecoballe” di rifiuti.

Si precisa che questo territorio è limitrofo al territorio della Provincia di Caserta. In particolare è stato rilevato che in località “Schiavi”, immediatamente alle spalle della zona A.S.I. di Giugliano e nei pressi dell’impresa denominata “Intecna – Carafa” sorge un ampio piazzale abbandonato, nel quale è visibile un basamento, dove originariamente era posto un manufatto, ora assente. In tutto questo piazzale e ai bordi dello stesso vi era un’enorme quantità di amianto (le onduline in eternit), scaricato e frantumato, oltre che ad altri rifiuti di natura edilizia e grandi quantità di sfalci di potature vegetali.

Successivamente sono state rilevate una serie di microdiscariche sia in località Annunziata, area posta immediatamente alle spalle dell’impianto ex C.D.R., dove è stata rilevata la presenza di due bidoni contenenti solventi e vernici, enormi quantità di pneumatici (che in questa zona sono micidiali perché servono da innesco per l’incendio dei rifiuti), paraurti di auto ed altri vari rifiuti pericolosi; sia in località “Scafarea” in via Vicinale Scafarea, dove si trovano i depositi delle cosiddette “ecoballe” di rifiuti, dove si è rilevata ancora presenza di pneumatici e bidoni di materiale pericoloso.

Infine, nei pressi della stazione FS di Giugliano si è rilevata ancora presenza di rifiuti, in particolare di stracci ed abiti dismessi abbandonati nel piazzale della stessa. Il territorio del comune di Giugliano in Campania, purtroppo, continua ad essere massacrato dalla completa assenza di rispetto per l’ambiente da parte di alcuni soliti ignoti che riescono a trasformare quello che potremmo definire un paradiso, per le tante bellezze naturali, la fertilità del terreno e la mitezza del clima, in un vero e proprio inferno.

COMUNICATO STAMPA