Faida di Qualiano, sei ergastoli per gli omicidi di Starace e Sarappa

Faida di Qualiano, sei ergastoli per gli omicidi di Starace e Sarappa

Ergastolo per Raffaella D’Alterio, Luigi Iuffredo, Diego Pianese, Sergio Palumbo, Luigi Mallardo e Giovanni Correale. Quindici anni ai pentiti Ciro Pianese, Bruno


Ergastolo per Raffaella D’Alterio, Luigi Iuffredo, Diego Pianese, Sergio Palumbo, Luigi Mallardo e Giovanni Correale. Quindici anni ai pentiti Ciro Pianese, Bruno D’Alterio e Vincenzo Di Maro

 

QUALIANO – Ergastolo per Raffaella D’Alterio, Luigi Iuffredo, Diego Pianese, Sergio Palumbo, Luigi Mallardo e Giovanni Correale. Quindici anni a testa, invece, per i collaboratori di giustizia Ciro Pianese, Bruno D’Alterio e Vincenzo Di Maro. Le condanne, lette nella serata di ieri nell’aula penale del Tribunale di Napoli, si riferiscono agli omicidi di Carmine Starace, ucciso il 16 febbraio del 2008 e di Antonio Sarappa, avvenuto il 29 marzo dello stesso anno, nell’ambito della faida tra i clan Pianese e De Rosa.

Accolte, dunque, le istanze del pubblico ministero distrettuale San Severino, che aveva richiesto a fine marzo, nel corso della requisitoria, il carcere a vita per i sei imputati. La faida sanguinosa per il controllo del territorio si innescò nel 2006 con l’omicidio a Giugliano del boss Nicola Pianese, scarcerato poco prima. Due mesi dopo (8 novembre), fu ammazzato Pasquale Russo ‘o cartunaro. Poi toccò ad Armando Alderio, freddato in via Campana.

Le armi furono abbassate, ma solo per un anno. A spezzare la tregua le uccisioni di Starace e di Sarappa nel 2008. Omicidi per i quali ieri sono state emesse le sentenze di primo grado.