Giugliano, tornano le ruspe. Abbattuta palazzina a Casacelle

Giugliano, tornano le ruspe. Abbattuta palazzina a Casacelle

L’edificio era stato costruito senza autorizzazioni nel 2001. Sul posto presenti per lo sgombero anche le forze dell’ordine GIUGLIANO – Tornano le


L’edificio era stato costruito senza autorizzazioni nel 2001. Sul posto presenti per lo sgombero anche le forze dell’ordine

GIUGLIANO – Tornano le ruspe contro la piaga dell’abusivismo. A Giugliano, in via Casacelle, non lontano dall’ingresso dell’Asse Mediano, è stato appena abbattuto un manufatto abusivo di tre piani occupato da Domenico Granata dopo lo sgombero avvenuto stamattina. Sul posto in mattinata erano presenti i vigili urbani di Giugliano e una camionetta della Polizia per garantire l’esecuzione dell’ordinanza di demolizione, emessa a seguito della sentenza n.69 del 2005 del Tribunale di Napoli, sezione distaccata di Marano.

L’edificio era alto oltre 13 metri e con un volume complessivo di oltre 3600 metri cubi. Era stato realizzato nel 2001 senza alcun titolo autorizzativo. L’immobile era abitato da una sola persona al primo piano, il coniuge della committente dei lavori condannata poi nel 2005 per reati edilizi.

ruspe2Prima dell’abbattimento, un bobcat ha sgomberato la cantina della palazzina di masserizie e pezzi di mobilio. L’occupante del manufatto non era però presente sul posto perchè ricoverato in ospedale. Sul luogo sono giunti i suoi parenti che hanno allertato gli avvocati, anche se nulla ha potuto sospendere l’ordinanza. La sorella dell’uomo è stata colta da un lieve malore.

Le operazioni di abbattimento dell’edificio sono iniziate alle ore 15 alla presenza di vigili e carabinieri che hanno sorvegliato la zona ed impedito l’accesso a tutta l’area circostante.

ECCO LE FOTO