Melito, Palazzo Donadio simbolo del degrado. Rifiuti ed incuria la fanno da padrone

Melito, Palazzo Donadio simbolo del degrado. Rifiuti ed incuria la fanno da padrone

La struttura, appartenuta ad una storica famiglia melitese, è stata abbattuta oramai tanti anni fa. Per ora. all’orizzonte nessun progetto concreto di


La struttura, appartenuta ad una storica famiglia melitese, è stata abbattuta oramai tanti anni fa. Per ora. all’orizzonte nessun progetto concreto di riqualificazione 

MELITO – Altro simbolo dell’attuale quadro desolante della città di Melito è l’area dove un tempo sorgeva lo storico Palazzo Donadio, situato a pochi passi dall’altrettanto decadente villa comunale di via Salvatore Di Giacomo. Appartenuta ad una facoltosa famiglia locale, i Donadio appunto, la struttura fu abbattuta tanti anni fa senza che nessun progetto alternativo di riutilizzo sia mai stato presentato. Ciò che resta è soltanto un ampio giardino (e un edificio di più modeste dimensioni probabilmente in passato utilizzato come maneggio e anch’esso fatiscente), divenuto oggi un ricettacolo di rifiuti. Bottiglie di plastica, cartoni, materiali di risulta abbandonati in terra, a cui si aggiungono atti vandalici, fanno comprendere come uno slargo storico della Melito che fu venga considerato da parte della cittadinanza solamente un altro sito dove giustificare l’alto gradiente d’inciviltà che ancora persiste.

Palazzo Donadio 3   palazzo Donadio 4

Al contrario della villetta adiacente di pertinenza comunale, l’area dell’ex Palazzo Donadio continua ad essere di proprietà privata. Dal 2007 inoltre, va avanti un contenzioso tra gli stessi proprietari ed il Comune di Melito sull’esproprio dell’area che di certo non contribuisce a sbloccare l’attuale situazione di stallo. L’amministrazione comunale ha fatto trasparire, di recente, di essere pronta a ragionare contribuendo alla riqualificazione dell’ex Palazzo Donadio anche se al momento non c’è nulla di concreto né sui tempi né sulle idee riguardanti la ristrutturazione.