Mugnano, paura amianto: ancora lastrone di 3 metri in strada. Caso inviato in Procura

Mugnano, paura amianto: ancora lastrone di 3 metri in strada. Caso inviato in Procura

Denuncia dei Rangers: dopo sei mesi il materiale è ancora lì sulla Circumvallazione. Possibile presenza di altri inquinanti nei terreni della zona


Denuncia dei Rangers: dopo sei mesi il materiale è ancora lì sulla Circumvallazione. Possibile presenza di altri inquinanti nei terreni della zona

MUGNANO – La cittadina che per anni è stata presa ad esempio per la raccolta differenziata, sta subendo continui sversamenti abusivi. Sono passati circa sei mesi dalla prima denuncia recapitata al Comune di Mugnano, in merito alla presenza di una condotta di amianto di circa 3 metri. Nelle scorse ore il Corpo dei Rangers, autori della prima denuncia dello scorso ottobre, hanno mandato una foto e una relazione alla Procura della Repubblica. Secondo la descrizione, il ritrovamento del materiale è avvenuto tra la Circumvallazione Esterna e  via Pietro Nenni.

Allarmante è lo stato del materiale che risulta danneggiato su un lato. Il prodotto di origine industriale fu ritrovato a seguito di scavi laterali effettuati lungo la Circumvallazione Esterna. I lavori furono disposti per il rifacimento della condotta laterale del tratto viario. La preoccupazione dei Rangers risiede nella possibile presenza di amianto all’interno dei terreni della zona, fattore che rappresenterebbe un pericoloso agente inquinante. Sulla questione è mancata l’azione prevista dal Decreto Leglislativo del 5  Febbraio 1997 che obbligava l’ex sindaco Giovanni Porcelli ad  emettere un’ordinanza di rimozione.