Rimuovere gli ostacoli della burocrazia, patto siglato tra Ordine dei Commercialisti e Industriali giuglianesi

Rimuovere gli ostacoli della burocrazia, patto siglato tra Ordine dei Commercialisti e Industriali giuglianesi

L’incontro alla GMA di Angelo Punzi, presidente CIG; Giugliano diventa punto d’incontro tra industriali, professionisti ed istituzioni GIUGLIANO – Stamattina il primo


L’incontro alla GMA di Angelo Punzi, presidente CIG; Giugliano diventa punto d’incontro tra industriali, professionisti ed istituzioni

GIUGLIANO – Stamattina il primo incontro nella sede della GMA di Angelo Punzi, sede del Consorzio Industriali Giugliano nella zona ASI. Per l’occasione è stato siglato il patto tra Ordine dei Commercialisti di Napoli e Cig per mettere in campo la sinergia necessaria per colloquiare in maniera efficace con le istituzioni.

Intanto, dal Cig parte un Sos: troppi ritardi dalla Regione per l’investimento dei 13 milioni di euro finanziati dall’Europa per potenziare le infrastrutture. Lo hanno detto gli imprenditori ai rappresentanti istituzionali che hanno partecipato all’incontro sulle politiche aziendali sui temi innovazione e internazionalizzazione, promosso dall’Ordine dei commercialisti e dal Consorzio Imprese Giugliano (CIG) nel salone conferenze della Gma.

“Le istituzioni devono starci accanto, a Giugliano stiamo dando prova che si può fare impresa nonostante le difficoltà – dice Angelo Punzi, presidente degli industriali e padrone di casa – Dobbiamo lavorare assieme perchè non vadano sprecate occasioni preziose di sviluppo. I ritardi burocratici per investire i fondi europei sul nostro territorio ci fanno preoccupare. Chiediamo interventi celeri ed efficaci”. GUARDA LA NOSTRA INTERVISTA.

I bandi per la realizzazione di strade e illuminazione dovevano essere pronti il 24 marzo. Vanno spesi entro il 2015. Ha aperto i lavori, moderati dal professionista Giovanni Granata, il video della azienda che racconta trent’anni di attività della Gma, specializzata in meccatronica, a Giugliano. “Dove c’è necessità di sviluppo è grave che i fondi tornino indietro”, dice Emanuele Carandente, consiglio Ordine commercialisti. Il segretario dell’Odc e il presidente Punzi hanno siglato un protocollo d’intesa che trasforma Giugliano in un presidio fisso dove professionisti e imprenditori possano confrontarsi in maniera efficace. La presenza delle istituzioni dovrebbe chiudere il cerchio e servire a rimuovere gli ostacoli allo sviluppo. La burocrazia, innanzitutto.

cig2“L’azienda si apre al mondo esterno – dice l’assessore regionale Ciro Alfano – E partire con questa iniziativa da una struttura così moderna e che già lavora all’estero con successo, è di buon auspicio”. Per il consigliere regionale Giuseppe Maisto bisogna sburocratizzare gli adempimenti: “L’imprenditore deve essere garantito e la sinergia con gli ordini professionali può rappresentare un modello di cui andare orgogliosi”, dice Maisto. “Non è la politica ma la burocrazia che ostacola lo sviluppo”, aggiunge Ludovico De Luca, sindaco di Qualiano. “La priorità è recuperare la centralità di Giugliano nell’area nord di Napoli e nell’Asi proteggere l’economia e difendere l’indotto”, dice il consigliere regionale Lello Topo. In platea decine di professionisti, poi anche Tecla Magliacano, direttore regionale Confesercenti.

Convinta che non debba restare isolata anche la deputata Giovanna Palma, che ha annunciato di aver promosso un tavolo di studio con gli imprenditori per sostenere le strutture produttive all’avanguardia. Ha aperto il seminario di formazione la relazione sulle potenzialità dell’Asi di Tommaso Di Nardo. “L’obiettivo è fare formazione e fare i conti con la globalizzazione che ha stravolto il modo di fare impresa”, dice Di Nardo. La serie di incontri si concluderà il 13 giugno.

COMUNICATO STAMPA