Varcaturo, cumuli di amianto in via Grotta dell’olmo ed in via Carrafiello

Varcaturo, cumuli di amianto in via Grotta dell’olmo ed in via Carrafiello

Immediata la denuncia dei residenti alle forze dell’ordine. Stamane il sopralluogo dell’ingegnere dell’Ufficio Ambiente. Partita la bonifica dell’ex isola ecologica di via Ripuaria


Immediata la denuncia dei residenti alle forze dell’ordine. Stamane il sopralluogo dell’ingegnere dell’Ufficio Ambiente. Partita la bonifica dell’ex isola ecologica di via Ripuaria

 

VARCATURO – Non si arrestano gli sversamenti di rifiuti speciali a Varcaturo. E continuano le segnalazioni alle forze dell’ordine da parte dei residenti, sempre più eco-sentinelle a difesa del proprio territorio. L’ultimo rinvenimento di amianto ed altri materiali pericolosi è avvenuto in via Grotta dell’olmo.

L’ennesimo abuso è stato prontamente denunciato ai carabinieri di Varcaturo e proprio questa mattina, l’ingegnere Pirozzi dell’Ufficio Ambiente del comune di Giugliano, ha effettuato un sopralluogo nella zona interessata dalla presenza di rifiuti speciali. Nel corso della perlustrazione, su indicazione di alcuni cittadini, è stato trovato anche un altro cumulo di amianto, coperto da guaine bituminose. La scoperta, in questo caso, è avvenuta in via Carrafielllo.

Ma se da un lato l’abbandono incontrastato di rifiuti pericolosi non sembra avere fine, qualche segnale confortante per gli abitanti di Varcaturo sembra arrivare dalla bonifica dell’ex isola ecologica di via Ripuaria, nei pressi del IV circolo didattico, avviata proprio in questi giorni. Nei mesi scorsi, le mamme dei piccoli alunni inscenarono forti azioni di protesta per chiedere al Comune di risanare l’intera zona e non esitarono a tenere i figli lontani dalle aule per diverse settimane, gridando la propria rabbia alle istituzioni. Dopo la rimozione dei rifiuti speciali combusti, la bonifica dell’ex isola ecologica fa tirare dunque un sospiro di sollievo ai residenti di via Ripuaria, che come tutti gli abitanti di Varcaturo, sanno però di non poter abbassare la guardia in un territorio costantemente invaso dai rifiuti.