Villaricca, capisettore senza produttività: a rischio la gestione ordinaria del comune

Villaricca, capisettore senza produttività: a rischio la gestione ordinaria del comune

Il rappresentante sindacale Ranucci: «pronti all’agitazione, l’assessore Molino è inoperoso» VILLARICCA – Il Comune sull’orlo del caos, a rischio la gestione ordinaria.


Il rappresentante sindacale Ranucci: «pronti all’agitazione, l’assessore Molino è inoperoso»

VILLARICCA – Il Comune sull’orlo del caos, a rischio la gestione ordinaria. Mancano i pagamenti della produttività ai 6 capisettore dell’ente: Fortunato Caso, Teresa Tommasiello, Francesco Cicala, Maria Rosaria Topo, Luigi Verde, Antonio D’Aniello. Non sono state rispettate le scadenze fissate dal Contratto Decentrato dei Dipendenti che imponeva i pagamenti in prima battuta al 31 gennaio 2014 e poi al 31 marzo come termine ultimo.

Sulla questione è intervenuto il rappresentante sindacale della Cgil Luigi Ranucci che ha chiesto chiarimenti sulla vicenda: «Non riusciamo a comprendere questi ritardi nella valutazione dei funzionari comunali da parte dell’Organo Indipendente di Valutazione. Il loro parere è fondamentale per la quantificazione della produttività ai capisettore. Temiamo che la questione dei mancati pagamenti sia dovuta a logiche politiche. Abbiamo provato a interpellare l’assessore al Personale Mario Molino ma è inoperoso. Siamo pronti a proclamare lo stato di agitazione di tutto il personale».

Molino, raggiunto da noi telefonicamente, si è mostrato chiuso ad ogni confronto: «Non rilascio dichiarazioni alla vostra testata perché siete scorretti. E’ inutile che mi richiamiate in futuro».

[alert type=”info” title=”Nota del direttore”]Rispettiamo la volontà dell’assessore Molino, che non verrà più ricontattato dalla nostra redazione; il nostro lavoro non verrà di certo condizionato dalla sua affermazione, ben consci che i nostri tanti lettori – che ringrazio per il sempre maggiore supporto – non la pensano come lui.[/alert]