Villaricca, in giunta confermati tutti gli assessori. Più di cento giorni di crisi per nulla?

Villaricca, in giunta confermati tutti gli assessori. Più di cento giorni di crisi per nulla?

Il sindaco Gaudieri non cambia squadra. Guarino (Pdl) : «Hanno trovato un accordo su questioni non politiche» VILLARICCA – Nessun terremoto. Dopo


Il sindaco Gaudieri non cambia squadra. Guarino (Pdl) : «Hanno trovato un accordo su questioni non politiche»

VILLARICCA – Nessun terremoto. Dopo oltre 4 mesi di riunioni, annunci e litigi, Gaudieri conferma in blocco il suo esecutivo. Restano da stabilire solo le deleghe ai vari assessori alla luce della designazione, da parte del sindaco, delle figure di consiglieri delegati. Nella giunta rimangono il vicesindaco Giovanni Granata di Villaricca Democratica, Mario Molino e Teresa Di Marino della lista Napoli Nord, Raffaele Cacciapuoti dell’Udc, Maria Rosaria Punzo del Pd. Resta a metà strada il consigliere ex Uniti e Solidali Antonio Cacciapuoti, corteggiato dall’opposizione e trattenuto dall’attuale maggioranza. Al politico potrebbe essere concessa la delega a Villaricca Due.

Sul mancato cambiamento più volte annunciato è intervenuto lo stesso Gaudieri: «Sono deciso a confermare la giunta perché a questo punto non ha senso cambiare. Modifiche aveva senso farle per fare delle aperture al consigliere Maisto. Il suo passaggio all’opposizione ci conferma che possiamo rimanere uniti e solidali per proseguire l’attività amministrativa attorno ad un programma comune. Farò un ulteriore passaggio in maggioranza per definire le deleghe».

A criticare la mossa da “Gattopardo” del sindaco è intervenuto il consigliere comunale e provinciale del Pdl: «La loro crisi politica è iniziata con la vittoria elettorale, quando parti politiche diverse hanno provato a governare insieme. Dopo una crisi da loro annunciata in consiglio comunale sulla questione deleghe, oggi resta tutto invariato. Forse si sono accordati su qualche questione che niente a che fare con la politica» questa la provocazione di Francesco Guarino.