Villaricca, “Mercoledì con l’autore”: ieri presentazione del romanzo noir di Rita Villa

Villaricca, “Mercoledì con l’autore”: ieri presentazione del romanzo noir di Rita Villa

Si chiama “Tela di Ragno” l’opera dell’autrice. Un thriller sentimentale che attraverso temi come droga e omosessualità tocca tutti gli aspetti dell’amore


Si chiama “Tela di Ragno” l’opera dell’autrice. Un thriller sentimentale che attraverso temi come droga e omosessualità tocca tutti gli aspetti dell’amore

 

VILLARICCA – Ieri nella biblioteca comunale di Villaricca, l’autrice Rita Villa ha presentato il suo primo romanzo, un giallo sentimentale dalle tinte noir, “Tela di ragno”. “Il titolo del libro”, spiega l’autrice, “pone l’accento sul senso di oppressione della protagonista. Ciò che la tiene prigioniera non sono sbarre di ferro, ma una rete sottile, come quella del ragno, che tiene avvinti i desideri e i sogni”.

Rita, la protagonista del libro, è una donna di mezza età che cerca di divincolarsi da un’amicizia possessiva e morbosa, quella della socia Vittoria, a cui tuttavia non riesce a rinunciare. Quando conosce Pier, un pittore che ha in sé tutte le caratteristiche dell’artista preso solo dalla sua creatività, l’amore le chiede tutte le sue energie e questo crea problemi nel suo rapporto con Vittoria.

tela di ragnoIl romanzo è una lente di ingrandimento sulle emozioni e sulle problematiche dei tre personaggi, in particolare sul modo di sentire e di vedere di Rita. L’autrice chiarisce che il suo “è un romanzo autobiografico soltanto nel modo di sentire, vivere e raccontare le storie degli altri con cui sono entrata in contatto nel corso della mia vita”. Attraverso temi come la droga e l’omosessualità, il thriller sentimentale tocca tutti gli aspetti dell’amore.

Il “caffè con l’autore” ha permesso a Rita Villa di conoscere l’editore Guido Taglialatela che pubblica soprattutto autori locali. Egli è convinto che sul territorio “abbiamo le carte giuste per ripartire, riportando alla luce ciò che abbiamo dentro”.

Senza pregiudizi e in totale libertà, gli incontri del mercoledì prevedono che i presenti espongano punti di vista e domande sulle tematiche trattate nel libro presentato, aprendo così un vero dibattito culturale. La semplicità e la profondità con cui l’autrice ha affrontato delicate problematiche e la suspance nei passaggi più significativi del romanzo, le hanno assicurato un largo consenso.