Villaricca, stabilite 10 zone per i manifesti elettorali. Parte la guerra tra attacchini

Villaricca, stabilite 10 zone per i manifesti elettorali. Parte la guerra tra attacchini

Sanzioni misere e controlli a singhiozzo hanno permesso il dilagare del fenomeno VILLARICCA – Alla vigilia delle diverse elezioni, le amministrazione cercano


Sanzioni misere e controlli a singhiozzo hanno permesso il dilagare del fenomeno

VILLARICCA – Alla vigilia delle diverse elezioni, le amministrazione cercano di stabilire le zone in cui affiggere i manifesti. Anche quest’anno la giunta Gaudieri ha scelto 10 postazione deputate allo scopo a fronte dei 30 mila abitanti. E’ vero che da tempo immemore queste indicazione vengono sistematicamente disattese dagli “attacchini” delle ditte incaricate dai diversi partiti. Fino a pochi giorni prima delle aperture delle urne, i manifesti elettorali vengono incollati su ogni spazio libero, a prescindere dalle norme.

L’evidente appello al senso civico è constamene disatteso, così come manca un vero deterrente a questo malcostume. Nemmeno le sanzioni spaventano i politici e le ditte di affissione. La Legge 212 del 4 aprile 1956 stabilisce per i trasgressori una multa: «Da 103,00 fino a 1032,00 euro e, nei casi più gravi, l’arresto fino a 6 mesi». Le sanzioni previste dalla normativa non hanno mai spaventato i colpevoli poiché il dilagare del fenomeno e la ristrettezza dei controlli, non hanno mai costituito un contrasto efficace.