Europee, area nord. Ecco tutte le preferenze: M5S male a Melito, Forza Italia trionfa a Qualiano

Europee, area nord. Ecco tutte le preferenze: M5S male a Melito, Forza Italia trionfa a Qualiano

Cinque Stelle bene soprattutto a Mugnano, a Marano il Nuovo Centro Destra è al 7%. Exploit Lega: 371 voti nella provincia a


Cinque Stelle bene soprattutto a Mugnano, a Marano il Nuovo Centro Destra è al 7%. Exploit Lega: 371 voti nella provincia a Nord di Napoli. Più votato fra i non campani Aldo Patriciello

Analizzato il voto di GIUGLIANO, ecco i dati da tutti gli altri comuni dell’area Nord. L’affluenza più alta a Calvizzano, mentre la più bassa è a Qualiano, unica città in cui a spuntarla è Forza Italia, con il PD che crolla al 28,4%. Renziani sotto il dato nazionale anche a Marano, molto bene invece a Melito. Cinque Stelle oltre il 30% a Mugnano, bene anche a Villaricca e a Marano. In tutta l’area, la Lega Nord raccoglie 371 preferenze. 101mila i votanti nella provincia Nord di Napoli. 504 le schede bianche e 3641 quelle nulle. Questi i dati sull’AFFLUENZA ALLE URNE

  • MELITO – affluenza 42,7%

grande affermazione per il partito del sindaco Carpenitieri, che va oltre il dato nazionale raggiungendo il 43,11%. Il testa a testa tra CinqueStelle e Forza Italia va al movimento: 25,92 contro 24,39, anche in questi casi con dati superiori alla media italiana. Male i partiti piccoli: NCD 2,11%, Tsipras 1,81%, Fratelli d’Italia 1,3%. (Ecco i dati ufficiali del Ministero su Melito)

I PIU’ VOTATI:

  1. Massimo Paolucci (Pd) 1402
  2. Ferrandino (Pd) 1313
  3. Aldo Patriciello(Fi) 1208
  4. Andrea Cozzolino (Pd)  1080
  5. Raffaele Fitto (Fi) 886
  6. Fulvio Martusciello (FI) 501
  7. Gentile Elena (Pd) 395
  8. Pitella Giovanni Saverio (Pd) 310
  9. Crescenzio Rivellini (Fi) 234
  10. Clemente Mastella (Fi) 208

 

  • CALVIZZANO – affluenza 45,8%

qui dietro il PD (38,3%) il secondo partito è Forza Italia con il 27,4%, seguito da M5S che fa comunque meglio del dato nazionale: 24,4%. NCD al 3%, Tsipras al 2,6 e Fratelli d’Italia al 2,4; anche a Calvizzano Scelta Europea va sotto il punto percentuale. (Ecco i dati ufficiali del Ministero su Calvizzano)

I PIU’ VOTATI:

  1.  Andrea Cozzolino (Pd) 417
  2. Giosi Ferrandino (Pd) 368
  3. Raffaele Fitto (FI) 318
  4. Crescenzo Rivelli (Fi) 261
  5. Massimo Paolucci (Pd) 229
  6. Fulvio Martusciello (Fi) 174
  7. Tripodi Maria (Fi) 171
  8. Caputo Nicola (Pd) 132
  9. Pina Picierno (Pd) 117
  10. Matera Barbara (Fi) 108
  11. Clemente Mastella (Fi) 92
  12. Isabella Adinolfi (M5S) 90
  13. Fabio Alemagna (M5S) 69
  14. Aldo Patriciello (FI) 30

 

  • VILLARICCA – affluenza 44,3%

PD al 38,3 anche qui, la seconda forza è CinqueStelle che migliora i numeri nazionali ed arriva al 27,1%, idem per Forza Italia che si attesta al 24,2%. NCD al 3,7%, Tsipras arriva al 2,4 e supera di un decimo Fratelli d’Italia. (Ecco i dati ufficiali del Ministero su Villaricca)

I PIU’ VOTATI:

  1. Giosi Ferrandino (Pd) 1523
  2. Pina Picierno (Pd) 608
  3. Isabella Adinolfi (M5S) 196
  4. Fabio Alemagna (M5S) 183
  5. Fulvio Martusciello (FI) 935
  6. Barbara Matera (FI) 391
  7. Lorenzo Cesa (NCD) 252
  8. Aldo Patriciello (Fi) 122
  9. Adinolfi (M5s) 196
  10. Alemagna (M5s) 183
  11. Petrone (Pd) e Caputo (Pd) 179

 

  • MARANO – affluenza 41,6%

il PD si conferma primo partito anche a Marano, ma con un 32,1% che è il dato più basso ottenuto dai renziani nell’area Nord; il Movimento di Grillo sfiora il 28%, Forza Italia arriva al 23,5%. Miniexploit per l’NCD che ottiene un 7% che è molto superiore alla media nazionale, Tsipras arriva al 5% mentre Fratelli d’Italia non fa meglio del 2,5%. (Ecco i dati ufficiali del Ministero su Marano)

I PIU’ VOTATI:

  1. Fulvio Martusciello (FI) 1233
  2. Barbara Matera (FI) 695 3)
  3. Lorenzo Cesa (NCD) 594
  4. Nicola Caputo (PD) 564
  5. Raffaele Fitto (FI) 558
  6. Paolucci Massimo (Pd) 523
  7. Picierni Pina (Pd) 474
  8. Ferrandino Giuseppe (Pd) 407
  9. D’acunzi Pasquale (NCD) 386
  10. Cozzolino Andrea (Pd) 377

 

  • MUGNANO – affluenza 42,4%

PD quasi al 40, balzo di M5S che arriva al 30,9 mentre Forza Italia ottiene il dato peggiore sull’hinterland, con il 18,7%. Tsipras arriva al 4%, NCD supera Fratelli d’Italia di 3 decimi: 2,5% a 2,2%. (Ecco i dati ufficiali del Ministero su Mugnano )

I PIU’ VOTATI:

  1. Andrea Cozzolino (Pd) 558
  2. Giosi Ferrandino (Pd) 545
  3. Nicola Caputo (Pd) 505
  4. Isabella Adinolfi (M5S) 191
  5. Fabio Alemagna (M5S) 169
  6. Fulvio Marusciello (FI) 292
  7. Crescenzo Rivellini (FI) 241
  8. Lorenzo Cesa (NCD) 61
  9. Riccardo Di Palma 61
  10. Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia – An) 119
  11. Aldo Patriciello (FI) 119

 

  • QUALIANO – aflluenza 39,3%

il partito di Berlusconi riesce a mettere a segno il ribaltone e si attesta come prima forza con il 29,3% mentre il PD non fa meglio del 28,4%, il dato peggiore a Napoli Nord. CinqueStelle raccoglie il 23 mentre l’NCD arriva al 5,9%. Fratelli d’Italia prende il 4,3%, Scelta Europea ottiene il miglior dato sui comuni analizzati e con il 3,5 supera anche la lista Tsipras, ferma al 2,5%. (Ecco i dati ufficiali del Ministero su Qualiano )

I PIU’ VOTATI:

  1. Fulvio Martusciello (FI) 1.086
  2. Barbara Matera (FI) 592
  3. Aldo Patriciello (FI) 153
  4. Giosi Ferrandino (PD) 487
  5. Massimo Paolucci (PD) 379
  6. Andrea Cozzolino (PD) 282
  7. Vincenzo Viglione (M5S) 135
  8. Fabio Alemagna (M5S) 132
  9. Pasquale D’Acunzi (NCD) 237
  10. Giorgia Melino (Fratelli d’Italia -An) 239

 

Gli eletti nella circoscrizione Sud:

  • Partito Democratico ( 6 seggi). Il primo eletto è Giovanni Pittella che ha sfondato la quota dei 200mila voti. Dietro di lui Pina Picierno, la pugliese Elena Gentile, Massimo Paolucci ed Andrea Cozzolino, mentre quello che dovrebbe rappresentate il sesto seggio del Pd se lo stanno contendendo il casertano Nicola Caputo e Giosi Ferrandino (sindaco di Ischia) distanziati di un paio di migliaia di voti.

  • Forza Italia (4 seggi). Primo Raffaele Fitto con 250mila preferenze. Dietro di lui Aldo Patriciello e Fulvio Martusciello. In bilico la riconferma di Barbara Matera la cui rielezione è messa in dubbio da Raffaele Baldassare che, sfruttando la scia di Fitto, sta sfiorando i 60mila voti. Resteranno fuori dai giochi sia Clemente Mastella che Enzo Rivellini,

  • Movimento 5 Stelle (4 seggi). Primo la salernitana Isabella Adinolfi con 53mila preferenze. Gli altri eletti saranno saranno decisi al fotofinish tra Laura Ferrara, Rosa D’Amato e Piernicola Pedicini. Fuori dai giochi il casertano Vincenzo Viglione.

  • Nuovo Centro Destra (1 seggio). L’eletto tra gli Alfaniani è Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc, davanti all’ex governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti. Un caso da segnalare: il presidente del consiglio regionale della Campania Paolo Romano, nonostante il ritiro della cardatura dopo l’arresto, ha raccolto oltre 10mila preferenze.

  • L’Altra Europa con Tsipras (1 seggio). Un seggio per Bruxelles anche per la sinistra: a vincere la battaglia interna, a meglio di clamorosi colpi di scena, è stata Barbara Spinelli, davanti al pugliese Gaetano Cataldo ed Eleonora Florenza. Molto più indietro l’ex presidente della Provincia di Napoli Dino Di Palma che ha chiuso davanti al casertano Lello Ferrara.