Giugliano, l’Ordine degli agronomi ricorre al Tar contro l’avviso pubblico dei commissari

Giugliano, l’Ordine degli agronomi ricorre al Tar contro l’avviso pubblico dei commissari

L’oggetto della disputa è il mancato riconoscimento delle competenze agrarie e forestali nella scelta del direttore del mercato ortofrutticolo GIUGLIANO – Non


L’oggetto della disputa è il mancato riconoscimento delle competenze agrarie e forestali nella scelta del direttore del mercato ortofrutticolo

GIUGLIANO – Non solo politici, comitati e attivisti. Da circa 15 giorni la Commissione Prefettizia sta affrontando anche l’Ordine degli Agronomi e dei Forestali della Provincia di Napoli (Odaf). La diatriba è partita da uno degli iscritti dell’Odaf. Nello Basile ha, infatti, segnalato la situazione al proprio ordine. L’oggetto della disputa è il mancato riconoscimento delle competenze agrarie e forestali da parte dei commissari nell’abito dell’avviso pubblico del 12 marzo, per scegliere il direttore del mercato ortofrutticolo.

Il 6 maggio l’Ordine ha inviato al Comune con la massima urgenza una “richiesta in autotutela” per l’inclusione delle proprie competenze nell’avviso pubblico. Parallelamente è stata chiesta una proroga dei termini per la presentazione delle domande. Il 7 maggio la triade Giombi-Guetta-Colucci, ha respinto l’istanza, rispondendo che le competenze per la direzione dell’area mercatale: «Trattasi di attività squisitamente giuridico-economiche, non implicanti cognizioni in materia agraria o forestale».

Alla luce della chiusura da parte della Commissione Prefettizia, l’Odaf ha preso una posizione netta: «A fronte della palese lesione delle competenze professionali proprie della Categoria, l’ODAF Napoli ha presentato ricorso al TAR per l’annullamento, previa adozione di misura cautelare, nonché di misura cautelare monocratica dell’avviso pubblico». I due contendenti si troveranno di fronte il prossimo 12 giugno davanti alla V sezione del Tar Campania.