L’ex sindaco Pianese rinviato a giudizio. Per lui le accuse sono di abuso edilizio e abuso in atti d’ufficio

L’ex sindaco Pianese rinviato a giudizio. Per lui le accuse sono di abuso edilizio e abuso in atti d’ufficio

I fatti, si legge nel decreto, “sono stati commessi al fine di agevolare l’attività di associazione mafiosa esercitata dal clan Mallardo”. Il


I fatti, si legge nel decreto, “sono stati commessi al fine di agevolare l’attività di associazione mafiosa esercitata dal clan Mallardo”. Il riesame aveva ritenuto insussistente l’agevolazione camorristica

GIUGLIANO – Si svolgerà il 16 giugno prossimo, presso la procura di Napoli Nord, la prima udienza per l’ex sindaco di Giugliano Giovanni Pianese rinviato a giudizio per abuso edilizio e abuso in atti d’ufficio. Pianese, insieme ad altre quattro persone, sono accusati di difformità di atti inerenti alla ristrutturazione di uno palazzo di via Cacciapuoti, vicoletto adiacente al comune di Giugliano. La notizia non è “fresca” visto che l’udienza preliminare si è tenuta un mese fa.

Secondo l’accusa per lo stabile dovevano svolgersi solo lavori di manutenzione invece si è proceduto a lavori straordinari di ristrutturazione e di ampliamento in una zona in cui non era possibile farlo. Inoltre, sarebbe stata adottata una Dichiarazione di inizio lavori (D.i.a.), risalente al 2005, dichiarata improcedibile perchè incompleta, realizzando così di fatto una falsa rappresentazione dei luoghi nella dichiarazione stessa e nelle relazioni tecniche allegate.

La vicenda avrebbe procurato all’ex sindaco un ingente guadagno patrimoniale. I fatti, si legge nel decreto di rinvio a giudizio “sono stati commessi al fine di agevolare l’attività di associazione mafiosa esercitata dal clan Mallardo”. Sul punto si era già espresso il Tribunale del riesame che aveva ritenuto però insussistente l’aggravante della agevolazione camorristica.

Tra le testimonianze raccolte dall’accusa spiccano quelle del pentito Giuliano Pirozzi.