Marano. Affisione abusiva di manifesti elettorali, sul piede di guerra gli attivisti del Movimento 5 stelle

Marano. Affisione abusiva di manifesti elettorali, sul piede di guerra gli attivisti del Movimento 5 stelle

Nel mirino degli attivisti a 5 stelle sono finiti i manifesti elettorali di Forza Italia e Nuovo Centrodestra MARANO. A meno di


Nel mirino degli attivisti a 5 stelle sono finiti i manifesti elettorali di Forza Italia e Nuovo Centrodestra

MARANO. A meno di una settimana dal voto per il parlamento europeo in città è già iniziata la “guerra” all’ultimo manifesto tra le varie forze politiche in campo. Le strade della città, tanto al centro quanto in periferia, sono ormai tappezzate da manifesti elettorali, che spuntano come funghi nei luoghi più impensabili.

Un’affissione abusiva, insomma, che ha da subito scatenato un nugolo di polemiche. Sul piede di guerra è il Movimento 5 stelle, che nei giorni scorsi ha esposto una denuncia al comando locale dei vigili urbani contro il Nuovo Centrodestra, reo di aver affisso manifesti elettorali sugli spazi concessi al cinque stelle. Denuncia che però non sembrerebbe aver sortito alcun effetto.

Nel mirino degli attivisti sono infatti finiti ieri anche i manifesti elettorali di Forza Italia, partito del primo cittadino Angelo Liccardo. «Se lo stesso sindaco non è capace di rispettare le regole della diffusione della campagna elettorale – dichiara l’attivista Andrea Caso dal suo profilo Facebook – permettendo l’affisione abusiva e illegale di manifesti elettorali in cui compare il suo nome, come possiamo aspettarci che una città possa funzionare all’insegna delle regole e del rispetto reciproco».