Melito. Generatori in tilt e fuori uso, illuminazione pubblica attiva in pieno giorno

Melito. Generatori in tilt e fuori uso, illuminazione pubblica attiva in pieno giorno

La denuncia del Movimento 5 Stelle: «spreco di danaro pubblico» MELITO – Come già accaduto in passato, ancora una volta l’illuminazione pubblica resta


La denuncia del Movimento 5 Stelle: «spreco di danaro pubblico»

MELITO – Come già accaduto in passato, ancora una volta l’illuminazione pubblica resta accesa anche di giorno in diverse zone della città, soprattutto via Torre dei Garofani e via Lavinaio, all’altezza della villa comunale. Non solo al mattino, ma ancora all’ora di pranzo, sono ben visibili infatti le luci artificiali dei lampioni totalmente funzionanti nonostante, come è facile intuire, non siano necessarie per l’illuminazione stradale fin quando non fa buio.

«Abbiamo provveduto ad inviare una mail ai responsabili dell’ufficio competente (Lavori e Servizi Pubblici Settore, guidato dall’ingegnere Vincenzo Manco ndr.) per far presente il problema, che già in passato ci era noto» afferma Lucrezia D’Onofrio dei 5 Stelle che già lo scorso inverno aveva denunciato il problema. «Ciò che rimarchiamo – prosegue – è che i lampioni accesi di giorno costituiscono una spesa inutile per il Comune con uno spreco di soldi pubblici».

Dall’Ufficio del VI settore chiariscono. «Quando, in alcuni casi, i lampioni restano accesi di giorno è perché la società che si occupa dell’illuminazione sta effettuando degli interventi di manutenzione. Inoltre può succedere che si guasti il cosiddetto crepuscolare (in pratica quel meccanismo che fa accendere i lampioni quando la luce naturale scende sotto una certa soglia) o che l’orologio dei generatori vada in tilt. La Ambra Med, (l’azienda con sede ad Afragola che attualmente si occupa del servizio di illuminazione in città) che farà gli accertamenti del caso».

Ma un’altra inquietante ipotesi si affaccia all’orizzonte: quella cioè di un raid vandalico. Il generatore posto all’interno della villa comunale infatti, è stato trovato fuori uso, danneggiato. Due l’ipotesi: o il dispetto o qualcuno che, decidendo di non stipulare un regolare contratto elettrico, decide di appoggiarsi abusivamente su una centralina di proprietà comunale e tentare, perciò, di non pagare alcun canone.

 generatore rotto villa comunale Melito lampione acceso 1