Nuova isola ecologica, la protesta dei residenti di via Epitaffio

Nuova isola ecologica, la protesta dei residenti di via Epitaffio

Una trentina a bloccare l’accesso all’area nei pressi dello stadio, sul posto i carabinieri GIUGLIANO – Dopo le tensioni di pochi giorni


Una trentina a bloccare l’accesso all’area nei pressi dello stadio, sul posto i carabinieri

GIUGLIANO – Dopo le tensioni di pochi giorni fa (LEGGI L’ARTICOLO), come da programma questa mattina avrebbe dovuto aprire la nuova isola ecologica, in una delle aree adiacenti lo stadio De Cristofaro, in via Epitaffio. Ma puntuali all’appuntamento sono giunti anche alcuni residenti – una trentina – che hanno fatto capannello davanti all’ingresso, di fatto bloccandone l’accesso.

L’amministrazione ha deciso lo spostamento delle vasche per la raccolta in quanto l’area scelta è recintata e fornita di cancelli, per cui c’è maggiore sicurezza. D’altra parte, però, la protesta dei residenti è chiara: non è possibile istituire un’isola ecologica a pochi passi dalle tante case della zona. Stamattina alcuni abitanti si sono recati al comune per protocollare una richiesta urgente di ulteriore spostamento dell’isola ecologica, e nel gruppo della protesta c’era chi suggeriva la creazione di un comitato per incontrare i commissari.

Emblematica l’immagine di una signora del luogo che, munitasi di sedia, si è seduta proprio al centro dell’ingresso. Gli animi sono abbastanza tranquilli, anche per la presenza dei carabinieri, ma è evidente che la situazione è in fase di stallo: cosa accadrà quando i primi automezzi proveranno ad entrare, non è ancora prevedibile.