Villaricca, sorteggio scrutatori: le carte in Prefettura. Vicina la nomina di un Commissario ad acta

Villaricca, sorteggio scrutatori: le carte in Prefettura. Vicina la nomina di un Commissario ad acta

Il corto circuito è iniziato dal mancato accordo tra maggioranza e opposizione in commissione elettorale VILLARICCA – Ieri il Comune è piombato


Il corto circuito è iniziato dal mancato accordo tra maggioranza e opposizione in commissione elettorale

VILLARICCA – Ieri il Comune è piombato nel caos. Scontro tra maggioranza e opposizione sulla nomina dei 100 scrutatori. Tutti i verbali della commissione elettorale sono state inviati alla Prefettura. Nella mattinata è stata convocata la commissione formata dal sindaco Francesco Gaudieri e Bruno D’Alterio rappresentanti della maggioranza; Rocco Ciccarelli e Francesco Maisto dell’opposizione, quest’ultimo neo-entrato. Le prime nubi si sono presentate giovedì Primo Maggio, quando la fascia tricolore annunciò di voler chiedere il sorteggio per evitare il condizionamento politico. L’opposizione sulla vicenda ha criticato le intenzioni del Primo Cittadino poiché il sorteggio non è mai stato applicato. Solo quando Gaudieri ha perso la maggioranza in commissione elettorale, si è optato per un l’estrazione dei nomi.

La sua proposta è stata appoggiata solo dal consigliere di maggioranza. Ferma contrarietà è stata espressa da Ciccarelli e Maisto. Vista la mancanza dell’unanimità Gaudieri e D’Alterio hanno abbandonato la commissione. A questo punto l’opposizione ha fatto subentrare Tobia Tirozzi in sostituzione del consigliere del Pd. Con una commissione a tre elementi e forti di un precedente del Consiglio di Stato, il centrodestra ha nominato tutti i 100 scrutatori e i relativi sostituti. Adesso l’ultima parola passa al Prefetto Musolino che dovrà decidere sulla richiesta del sindaco della nomina del Commissario ad Acta.