Villarrica, Gennaro Maisto dell’Udp: «Gaudieri firmò con noi accordi elettorali senza rispettarli»

Villarrica, Gennaro Maisto dell’Udp: «Gaudieri firmò con noi accordi elettorali senza rispettarli»

Il retroscena emergerebbe da un documento inedito stipulato tra il sindaco e il coordinatore della lista civica VILLARICCA – Tutte le voci


Il retroscena emergerebbe da un documento inedito stipulato tra il sindaco e il coordinatore della lista civica

VILLARICCA – Tutte le voci filtrate dalle stanze della politica, sembrano avere una conferma: il sindaco Francesco Gaudieri e il rappresentante della Lista Uniti e Solidali Gennaro Maisto strinsero un patto post-elettorale in seguito al sostegno dato all’elezione del primo cittadino. Secondo il documento fornito da Maisto, padre dell’attuale consigliere Francesco, l’accordo prevedeva termini netti e sottoscritti dalla firma dell’attuale fascia tricolore. Gennaro Maisto ricostruisce l’accaduto: «Il giorno del primo consiglio comunale tenuto il 28 Giugno 2011, mi incontrai in presenza del neosindaco nella sua stanza insieme all’attuale vicesindaco Giovanni Granata. Dopo un ampia discussione concordammo: un’alternanza con l’attuale Presidente del Consiglio Giosuè Di Marino e il consigliere Francesco Maisto nei termini temporali per 18 mesi, la designazione di uno staffista in assenza dell’incarico di presidenza, nomina di un componente per l’Organismo d’Indipendente di Valutazione. I dubbi vertevano attorno alla nomina di un revisore dei conti. Vogliamo capire perché ha preso l’impegno ma non l’ha mantenuto».

Il documento che sancirebbe l’accordo ha la forma giuridica di una scrittura privata. La dichiarazione scritta conferirebbe ufficialità ad intesa tra il neoeletto sindaco Gaudieri e la lista civica Uniti e Solidali che contribuì alla sua vittoria. La mancata osservanza del patto politico potrebbe essere l’origine del passaggio del consigliere Francesco Maisto dalla maggioranza all’opposizione. «Siamo stati la quarta forza politica della sua coalizione, esprimendo un consigliere al primo turno. I nostri voti alle elezioni hanno determinato la vittoria Gaudieri. Ci pare poco ortodosso il mancato rispetto degli accordi politici – conclude Gennaro Maisto – Abbiamo aspettato 3 anni e non abbiamo mai capito il suo atteggiamento. Le decisioni importanti non sono mai sono state condivise con i partiti che ne hanno sancito la sua vittoria. Non riesco a immaginare il suo piglio “autoritario” nelle decisioni, almeno che non siano dettate da una regia esterna all’amministrazione».