Cadavere carbonizzato a Villa Literno, fermate 7 persone. Ecco tutti i nomi degli indagati

Cadavere carbonizzato a Villa Literno, fermate 7 persone. Ecco tutti i nomi degli indagati

Tra gli arrestati anche Giuseppe De Alteris, considerato dagli investigatori il mandante dell’omicidio HINTERLAND. Cadavere carbonizzato a Villa Literno, sette persone arrestate.


Tra gli arrestati anche Giuseppe De Alteris, considerato dagli investigatori il mandante dell’omicidio

HINTERLAND. Cadavere carbonizzato a Villa Literno, sette persone arrestate. Stamani i carabinieri di Mondragone hanno infatti sottoposto a fermo sette persone, tutte indagate nell’omicidio dell’extracomunitario trovato carbonizzato nella propria auto in via Delle Dune. La vittima, di origini africana e residente a Castelvolturno, era uno spacciatore del Litorale Domitio.

Proprio la pista della droga ha portato all’arresto delle sette persone, principali indiziati del brutale omicidio. Secondo gli investigatori il delitto è stato infatti compiuto a seguito di alcuni scontri per il controllo delle attività di spaccio nella zona di Mondragone. Le indagini sono coordinate dai pm della Dda di Napoli Catello Maresca, Alessandro D’Alessio e Antonio D’Amato.

Tra i fermati anche il capoclan Giuseppe De Filippis, 42 anni, considerato dagli investigatori il mandante del brutale omicidio. Insieme a lui sono stati fermati: Antonio De Luca, 39 anni; Emanuele Invito, 25enne; Alberto Pacifico, 31 anni; Antonio Neri, 32enne; Roberto Nerone, 52 anni e Francesco De Rosa, 36 anni. I sette uomini dovranno rispondere, a vario titolo, dei reati di omicidio, ricettazione, estorsione e detenzione illegale di armi.