Il Simulacro della Madonna della Pace: dalla Cappella dell’Epitaffio a Piazza Annunziata

Il Simulacro della Madonna della Pace: dalla Cappella dell’Epitaffio a Piazza Annunziata

Una folla di fedeli ha accompagnato Maria SS. della Pace in processione. All’arrivo al Santuario, un gioco di luci e i fuochi


Una folla di fedeli ha accompagnato Maria SS. della Pace in processione. All’arrivo al Santuario, un gioco di luci e i fuochi d’artificio hanno dato il benvenuto alla “zingarella”

GIUGLIANO – Sabato 7 giugno, vigilia della Pentecoste, la Madonna della Pace ha fatto la sua prima tappa nella cappella dell’ospedale San Giuliano, adorata e venerata tutta la mattina dai fedeli. Commuovente lo sguardo proteso verso di lei da numerose persone anziane e non solo.

Alle ore 13 il simulacro della Madonna posto su un carrello mobile, inizia un percorso in tutti i reparti dell’ospedale, accompagnato dal soave canto delle signore devote e credenti; incontra e si lascia pregare dai malati e i familiari che sedevano al loro fianco. Indescrivibili gli occhi dei pazienti sofferenti, arresi e provati dalla vita, malati terminali, che riversavano tutta la loro speranza, la loro devozione e forza di volontà pregando e implorando la grazia.

 Terminato l’omaggio ai caduti, alle ore 20:30 la folla sempre più gremita di fedeli ha accompagnato la suggestiva processione, con il Simulacro della Madonna, dalla Cappella dell’Epitaffio a Piazza Annunziata. All’arrivo al Santurio, un gioco di luci ha accompagnato la salita della Madonna sul carro e i fuochi d’artificio dal campanile dell’Annunziata hanno dato il benvenuto alla “zingarella”.