Melito. In biblioteca comunale presentazione del volume “Il Cancro della Corruzione”

Melito. In biblioteca comunale presentazione del volume “Il Cancro della Corruzione”

L’autore, il Tenente Colonnello Claudio Mungivera: «la corruzione dilaga. Un dovere contribuire a far cambiare le cose»   MELITO – «Nella nostra società abbiamo


L’autore, il Tenente Colonnello Claudio Mungivera: «la corruzione dilaga. Un dovere contribuire a far cambiare le cose»

 

MELITO «Nella nostra società abbiamo messo il Dio denaro dinanzi a tutto. Ciò ha creato una difficoltà sempre crescente per gli onesti, con una radicalizzazione tra l’onesto e il truffaldino. E’ un dovere contribuire a far cambiare le cose».

Il Tenente Colonnello Claudio Mungivera, responsabile della sicurezza Nato di Napoli, parte da questo presupposto per spiegare all’uditorio della biblioteca comunale Francesco Rossi di Melito l’esigenza nel pubblicare il volume “Il Cancro della Corruzione’’, edito da Rogiosi Editore e che vede la prefazione di Manfredi Borsellino, figlio del giudice Paolo, ucciso dalla mafia il 19 luglio ’92.

«Dobbiamo risalire. Anche queste occasioni di incontro, nel quale si ascolta un uomo dello Stato parlare di corruzione, danno un contributo più grande di quello che si può pensare. Per quanto sta accadendo, nel nostro paese, siamo arrivati al punto più basso della nostra parabola umana» aggiunge Mungivera.

All’evento, moderato dalla giornalista Alessandra Romano, hanno preso parte anche l’assessore alla pubblica istruzione Dominque Pellecchia, «bisogna combattere anzitutto la corruzione umana» ed il primo cittadino Venanzio Carpentieri secondo il quale «dopo gli ultimi scandali che hanno colpito il nostro paese, mi riferisco al Mose di Venezia e all’Expo di Milano, si segnala una recrudescenza del fenomeno corruttivo che vede implicati addirittura personaggi già coinvolti in Tangentopoli oltre vent’anni fa».