Tentano di convincerlo a spacciare droga, poi gli sottraggono 40 euro: finiti in manette due uomini

Tentano di convincerlo a spacciare droga, poi gli sottraggono 40 euro: finiti in manette due uomini

Salvatore Correale e Aniello Ruggero sono accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso QUALIANO- Sono finiti in manette Salvatore Correale, 35 anni,


Salvatore Correale e Aniello Ruggero sono accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso

QUALIANO- Sono finiti in manette Salvatore Correale, 35 anni, fratello di un affiliato al clan D’Alterio-Pianese e Aniello Ruggiero, 22 anni, di Mugnano, entrambi pregiudicati. Più volte l’uomo che ha denunciato i due presso i carabinieri della Compagnia di Qualiano, è stato fermato dai due malviventi. La storia era sempre la stessa: tentavano di costringerlo a spacciare la droga in vista di una piazza di spaccio a Qualiano. Il suo diniego non tardava ad arrivare. Nonostante la vittima fosse un pregiudicato era deciso a cambiare vita e cercare un lavoro onesto.

Sabato l’ultimo atto della triste vicenda in Piazza Rosselli, a Qualiano. Al suo ennesimo rifiuto i due oppressori gli hanno estorto 40 euro rivendicando un vecchio debito contratto in passato. Stanco delle prepotenze subìte, la vittima li ha denunciati alla giustizia e adesso Correale e Ruggiero devono rispondere del reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso.