Timbravano i cartellini dei colleghi assenti, tra i fermati anche un giuglianese

Timbravano i cartellini dei colleghi assenti, tra i fermati anche un giuglianese

Fermati 22 dipendenti del Bacino Salerno 1, c’era anche chi si segnava lo straordinario restando a casa SALERNO – C’è anche un


Fermati 22 dipendenti del Bacino Salerno 1, c’era anche chi si segnava lo straordinario restando a casa

SALERNO – C’è anche un giuglianese tra i fermati nel corso dell’operazione denominata “Easy Badge”, che ha permesso ai carabinieri di Castel San Giorgio di individuare 22 dipendenti del consorzio di Bacino Salerno 1 che si erano organizzati per risultare al lavoro anche quando erano impegnati in ben altre faccende personali: tra loro c’è chi timbrava il cartellino per un altra decina di colleghi, chi restando a casa si segnava anche lo straordinario, ed intanto l’immondizia per strada cresceva sempre di più.

Dopo pedinamenti, riprese video e controlli sul segnalatore dell’orario di lavoro le indagini hanno portato alla luce il sistema basato su continui scambi di favore tra i dipendenti del consorzio; per nove di essi sono stati disposti gli arresti domiciliari, mentre per altri 13 c’è l’obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria. Oltre che a Giugliano, le ordinanze sono state eseguite a Roccapiemonte, Napoli, Padova, Nocera Superiore, Pagani, Angri e Casoria, ad opera dei carabinieri della compagnia di Mercato San Severino in collaborazione con i comandi provinciali di Napoli e Salerno.