Villaricca, sgombero e sequestro per “Bibì”: «Siamo sei famiglie. Abbiamo bisogno di lavorare»

Villaricca, sgombero e sequestro per “Bibì”: «Siamo sei famiglie. Abbiamo bisogno di lavorare»

Il punto vendita sulla circumvallazione è abusivo. Sul posto Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale. Intanto i familiari vanno in Comune


Il punto vendita sulla circumvallazione è abusivo. Sul posto Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale. Intanto i familiari vanno in Comune e chiedono incontro col sindaco

VILLARICCA – Nuove azioni contro la vendita abusiva. Questa mattina un’operazione interforze condotta da Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale ha sgomberato il venditore di frutta e verdura Vincenzo Iacolare alias Bibì sulla circumvallazione esterna. Sequestrati le attrezzature utilizzate per la vendita e diversi quintali di frutta.

«Siamo disperati – ci dicono – da domani avremo sei famiglie che non sapranno come andare avanti. Dobbiamo riprendere l’attività al più presto, non ci arrendiamo; abbiamo oltre mille euro di debiti con il mercato, devono darci la possibilità di lavorare».

I vigili locali presenti sono il comandante Luigi Verde, il sovrintendente Giuliano Menna e i quattro neo assunti. Contro il sequestro, Bibì e i suoi familiari stanno “marciando” ora in direzione del Comune. Secondo le prime notizie, sono giunti alla porta del sindaco e chiedono di parlare col primo cittadino per trovare una soluzione.

Questa è la seconda azione di sequestro condotta nei confronti dello storico venditore. Il primo episodio ci fu nel maggio del 2012 quando Bibì e la sua famiglia hanno gettato merce in strada per ostacolare il compito delle forze dell’ordine. Secondo disposizioni della Municipale, l’ufficio tecnico dovrà attivarsi e bloccare la zona per evitare il reiterare della vendita.

La frutta sequestrata, anche su richiesta degli stessi venditori, verrà consegnata dai vigili a case famiglia, centri sociali e ceti meno abbienti.

 bibi1 bibi3