Villaricca, sicurezza aree verdi. Sarracino (FI): «Sospettiamo del clientelismo»

Villaricca, sicurezza aree verdi. Sarracino (FI): «Sospettiamo del clientelismo»

L’idea del capogruppo è la privatizzazione parziale per liberare il Comune dai costi di gestione e dalle utenze VILLARICCA – Non si


L’idea del capogruppo è la privatizzazione parziale per liberare il Comune dai costi di gestione e dalle utenze

VILLARICCA – Non si placa la polemica sull’affidamento delle aree verdi. Le soluzioni allo studio dell’amministrazione Gaudieri sono tre: progetto con dipendenti comunali, guardie private, affidamento ad associazioni. Il capogruppo di Forza Italia Luigi Sarracino si è mostrato molto critico sulle ipotesi.

«La nostra proposta riguarda la privatizzazione parziale delle aree per creare posti di lavoro a giovani e ad a uomini del posto senza fare nessun tipo di clientelismo. Sarebbe conveniente concedere una parte delle villette ai privati dando a loro l’impegno della manutenzione e delle utenze, riscuotendo un canone annuo. – afferma il consigliere – Le guardie non sono utili ma ci sono costate 90 mila euro. Non credo nemmeno ai progetti interni,  di diversi migliaia di euro, poiché basterebbe che i capisettore organizzassero i 98 dipendenti di cui disponiamo. All’entrata del Comune ne abbiamo 4 con la sola mansione di aprire la porta».

Alcune perplessità sono state espresse in seguito all’affermazione del vicesindaco Granata che si pronunciò in merito al mantenimento degli attuali posti di lavoro. «Sostengono che le guardie siano importanti. Noi non capiamo il motivo, dobbiamo ipotizzare che sono amici loro. Tutte le ditte private che vincono, stranamente, vanno a garantire sempre le stesse persone. Questo è clientelismo». Sarracino esprime la propria contrarietà anche in merito alla gestione da parte delle associazioni, a suo parere organizzazioni dietro le quali c’è sempre una rappresentanza politica. Inoltre sostiene che concedere aree pubbliche alle associazioni non permetta al bene pubblico di creare sviluppo. L’intento dell’opposizione in consiglio comunale resta quella di abbattere definitivamente i costi della sorveglianza.