Caldo e afa, ma i residenti della fascia costiera sono senz’acqua

Caldo e afa, ma i residenti della fascia costiera sono senz’acqua

Non basta avere un serbatoio privato a casa e nei weekend la situazione peggiora GIUGLIANO – Tantissimi cittadini, residenti lungo la fascia costiera,


Non basta avere un serbatoio privato a casa e nei weekend la situazione peggiora

GIUGLIANO – Tantissimi cittadini, residenti lungo la fascia costiera, lamentano sul web una scarsa o nulla pressione d’acqua soprattutto nei weekend. Senza preavviso nei giorni scorsi pare che in molte zone di Licola e Varcaturo le famiglie giuglianesi siano rimaste senza questo bene primario, soprattutto in estate.

Tante le ipotesi che circolano in rete. C’è chi difende l’amministrazione comunale sostenendo che la situazione idrica sia peggiorata da quando in periferia sono state aggiunte delle tubature per fornire l’acqua all’isola d’Ischia. La maggior parte dei residenti ipotizza invece che tutto dipenda dai lidi e dalle piscine che in estate, e soprattutto nei weekend, hanno bisogno di una maggiore portata. Qualche cittadino arrabbiato se la prende con il Comune, da cui dipendono comunque tutte le decisioni: concede la concessione demaniale ai lidi, gestisce la rete idrica e non provvede ad aggiustare il sistema idrico poco efficiente.

Aldilà delle ipotesi, resta la situazione difficile che si ripresenta ogni anno, puntuale come il caldo di questi ultimi giorni. A niente valgono i biglietti gratis o le riduzioni concesse dai lidi ai residenti: i cittadini preferirebbero avere l’acqua per la doccia o per cucinare, piuttosto che rilassarsi in una delle piscine della zona.

Non è bastato neppure munirsi di un autoclave (per chi ha lo spazio necessario per l’istallazione). C’è chi lamenta il fatto che serbatoi di 2000lt non riescano a riempirsi per due o tre giorni e molti sono addirittura costretti a fornirsi di acqua tramite camion con cisterne.